martedì 25 aprile 2017

Clientes: fatti mandare dalla mamma

- Sono passati i miei, le avevano ordinato una pinza per il caminetto.
- ???
- Forse non era per il caminetto...
- (gli faccio vedere una pinza per camino, pescata dal magazzino fuori stagione)
- ah, no, aspetti, era una pinza per servire gli spaghetti.
- Avevo spiegato a sua madre che arriva martedì.


Molla una borsa sul banco
- Mamma ha detto che non va.
- Eh, chi, come cosa dove, chi è sua mamma?
- Ah, poi passa lei, non so niente.
Figlio fugge.
 Io mi ritrovo un coso di dezzain (tipo quella con gli angeli Yessa!, per dire) con tutti i pezzi pezzini e pezzetti alla rinfusa nella borsa.
 Con calma, scopro come ricomporre il puzzle, provo, cerco di capire cosa vuol dire quando la lucina lampeggia poco, tanto, schiaccio l'unico tasto: per me va.
 Aspettiamo di vedere se compare questa fantomatica sciura a spiegarmi cosa ha visto.


- Guardi, lo so che non ce l'ha, è già passata mia mamma ieri. Ma mi ha mandato a chiedere se è mica arrivato il frullino a megatroni. Se passa, gli dica che io gliel'ho chiesto, eh? Arriva martedì, giusto?



- Facciamo così: lei venga a vedere il lavoro oggi alle due. C'è la mamma in casa. Dica che è complicato e serve un pezzo strano. Tanto i miei scendono e su settimana le lascio le chiavi e va con calma a fare il lavoro.


- Eh, no perché, sa, mia mamma è stata operata al menisco carpiale e quindi sono andata giù e sono tornata su per la visita di controllo, e sono stata giù perché mio papà anche lui poi, e sono tornata su, e sa non potevo lasciarla, e ma però, se mi fa le chiavi io poi...
- Le chiavi le ho già duplicate (*), eccole...
(*, avevo finito a "visita di controllo")


NOTA BENE: tutti i figli di cui sopra hanno almeno quarant'anni.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...