sabato 12 marzo 2016

Clientes: non spegnere la luce...

 Scopro, col tempo, le varie classificazioni dei clientes Chiamääätooo?: Oltre ai Grande Slam e i vecchi frettafretta normali, ho due o tre ditte che raramente passano a orari strani perché partono per cantieri (di solito telefonano prima: possiamo passare oggi alle due che ci manca...)

 Ho, pure, clientes che compaiono dopo che ho spento le luci del negozio e sono con la chiave nella toppa pronto a chiudere.
 A volte è il villeggiante che sale "da giù" alla sera ed arriva al pelo, e quindi giustificato.
 A me capita raramente il Clientes in ritardo tipo Negozianda.



 C'è un fenomeno così: la Negozianda ha sede di fronte al bar.
 Come abbastanza normale, l'ultima mezzoretta alla sera la Negozianda pulisce, impacchetta i salumi, disinfetta l'affettatrice e si prepara a chiudere.
 Alle 7 e mezza spegne le luci, e arriva regolarmente qualcuno a bussargli sul vetro: sempre, sempre, sempre, uno di quelli che è dalle quattro stravaccato per "l'aperitivo lungo" nel bar di fronte.
 Appena le luci si spengono, riflesso pavloviano, scatta che c'hanno bisogno un etto di prosciutto per cena.
 E un pezzino di formaggio.
 E altre due cose che comportano di aprire tre frigo, spacchettare sei cose, sporcare l'affettatrice, due taglieri e quattro coltelli.

 Con 'sta cosa che "c'hanno confidenza", finisce sempre che questi bussano, e se non apri bussano alla finestra della cucina, e bussano alla porta dietro.
 Non è che si arrendono. Assediano finché non ottengono l'agognato salume.

 Questa cosa la so perché dopo la chiusura ero dalla Negozianda a riparare una serratura, arriva il tipo da bar con la figlia a bussare.
 E la bimbetta fa: "Ma papà, sta chiudendo, veniamo poi domani""
 E il padre, ridacchiando che "tanto ci conosce, noi veniamo sempre quando chiude, ha, ha, ha, tanto l'affettattrice la deve pulire ancora, ha, ha, ha".
 Stava per esserci un'esplosione: giusto perché non è bello coinvolgere un minore assennato, o ci sarebbe stato sangue ovunque.

 Ora che ci penso, il tizio ridanciano viene anche qui.
 Appunto a me stesso: fargli capire che no, non siamo amici...

3 commenti:

  1. Visto che è un amico non si offenderà se l'etto di prosciutto viene scontrinato al prezzo del Pata negra,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di solito aggiungono "segna, non ho dietro spicci".
      Ci sono serpenti di scontrini lunghi un metro, e dolor di braccini quando si pretende il saldo dopo ripetuti avvertimenti.

      Elimina
    2. E' vietatisssimo per legge. Prima paga e poi scontrino. Al massimo emissione di fattura con pagamento alla qundicina, firmata con il sangue e con la fotocopia di un documento valido. Non paga? Segue avvocato con precetto esecutivo perchè tu, artigiano, sei fascia protetta. ;-)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...