lunedì 28 dicembre 2015

Il Risveglio della Forza è una cagata pazzesca


Dopo l'Opera di Ortolani, non sum dignus, ma non mi esimo da darvi un parere sul "nuovo" Star Wars.

 Che no, non è quello in foto e nel titolo: ma così attiro l'attenzione.
 Si chiama marketing: ed è la stessa cosa che han fatto per The Force Awakens.

 Che, a mio modo di vedere...
 Dicevo, a mio modo di vedere c'è da volergli bene, al Risveglio della Forza.
 Di quel bene di pancia, empatico, con cui si guarda il nipotino duenne che ciondola in giro. O il cagnone di famiglia che fa le capriole.
 "colore, colore, colore e tenerezza" diceva il critico cinematografico Attilio Bossolazzi, uno dei personaggi minori di Giorgio Faletti.

 Sgombriamo il campo subito: delle tre ipotesi di Fulvio Gatti, era buona la Ipotesi #1: Praticamente innocuo. L'opera di J.J.Abrams lascia nella storia del cinema la traccia di una scoreggia di farfalla.

 Perché non è un film: è un fan-film su steroidi.

 Da qui in poi ci potrebbero essere minimi #SPOILER  SPOILER SPOILER#:
 Nulla di grave, non vi dirò che Kylo Ren è Kaizer Soza, o simili. Ma se siete degli integralisti e non l'avete ancora visto a dieci giorni dall'uscita, fatevi delle domande sul perché della vostra vita.

 Dicevo: The Force Awakens è la proiezione onirica del Fan-Film che alberga in ognuno dei nostri cervelli bacati, più o meno.

 Noi della vecchia guardia ne abbiamo visti a centinaia, di produzioni fatte in casa che volevano essere "serie" - distinte cioè dalla parodia e dal mash-up- con una storia e una produzione.
 I risultati erano i più vari, dai corti con due fessi che si prendevano a spadate su un greenscreen con fondale 3D imbarazzante alle produzioni semi-pro, ma un po' su tutto quel mondo aleggiavano in nuce tutti gli elementi che ritroviamo in quest'ultimo prodotto del Topo.

- Si ripesca a piene mani dalla trama base dei film esistenti, riproponendoli tal-quali. Trama all'osso, ma solida quel tanto da reggere. Usato garantito.

- Si vuole mettere sempre una spruzzata di "awesome" in più, magari scopiazzandolo in giro: per esempio gli X-wing sono fighi, se sfrecciano come firefox alzando l'acqua sono PIU' fighi.
 Idem i TIE, se arrivano in un'alba da Apocalypse Now invece che spuntare da un cielo nero.

- Si vuole rimettere TUTTO, sempre: quindi ci si mette la Cantina, e ci si mette il Falcon che sfreccia tra gli ostacoli o consimili, e ci si mettono i droidi così a soprammobile, e ci si mette una navicella con le ali che si piegano quando atterra, quelle sei o sette battute tormentone.

- L'unico tabù è Vader. Gli altri personaggi si citano o addirittura si rifanno, soprattutto HanSolo-idi ne abbiamo visti mille. Ma Vader no.
 C'è sempre un sith di seconda mano, un tipo nero, mantellato, ma "cattivo generico I", "cattivo generico II",  perché un po' di spadate laser bisogna darsele, non basta un ammiraglio imperiale.
 Sarà che non puoi far perdere Vader davanti a un personaggio "tuo",  non sum dignus, Vader è per il momento culminante del finale travolgente di Lucas.

- In più, il fan film che ci abbiamo nella capoccetta è comunque un passaggio, occupa un interstizio della storia "ufficiale" (per qualsivoglia variate di "ufficiale" intendiamo).
 I Fan Film tendono a quei B-movie di guerra italiani anni'70 che piacciono a Tarantino: la storia di due che arrivano lì lì ad assassinare Hitler o a fermare lo Sbarco in Normandia ma all'ultimo secondo succede un micro-incidente che riporta l'azione nell'alveo della Storia con la S maiuscola.

 Ecco, io credo che a The Force Awakens io in fondo gli voglio bene perché assomiglia al Fan-film che avrei fatto io.
 Bhe, io non gli avrei messo il sith Bimbominkia, ma per il resto...



9 commenti:

  1. ImpiegataSclerata28 dicembre 2015 14:44

    Davvero una bella recensione (e grazie 1.000.000 per aver segnalato la recensione di Leo Ortoladi e anche quella di Fulvio Gatti).
    A me il film è piaciuto parecchio.
    Penso che con questo nuovo capitolo si è voluto fare, appunto, un film per i fans ma si è anche voluto fare qualcosa per attirare le nuove generazioni.
    Diciamo che è un film di introduzione, ci sono i vecchi personaggi per la gioia dei vecchi fans e nuovi personaggi interessanti, per tutti.
    Nei prossimi vedremo l'evolversi dei personaggi, verrà spiegato da dove arriva il Nuovo Ordine ecc. ecc. ecc. (spero vivamente) e tutte le spiegazioni di ciò che abbiamo visto in quersto film, senza contare che
    S
    P
    O
    I
    L
    E
    R
    finalmente vedremo Luke all'opera!
    [E, WOOOOOW, non c'è Jar Jar!!!!!].



    E ora aspettiamo di vedere i prossimi film, con l'evoluzione dei personaggi, in questo film solo abbozzati e con, spero, qualche spiegazione in più che qui mancavano.

    P.S.
    Ma da dove cavolo lo hanno tirato fuori un nome urendo come Poe Dameron?!?!?! A cui tra l'altro il casco da pilota stà veramente malissimo?!?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io su 'sta cosa che non c'è Jar Jar starei calmo... Metti mai che, a metà dell'episodio VIII "mesa amigo Lukie conosciva tuo babo Yipie"

      Elimina
    2. ImpiegataSclerata28 dicembre 2015 18:16

      NUUUUUUUUUUUUUUOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

      Elimina
  2. Il Sith Bimbominchia e' perfetto, vai a crescere con una mamamcome Leia che ti spacca i maroni su come stare seduto a tavola e su come si fa a guidare una massa di ribelli. Non se ne puo' piu' si e' impossibilitati dal diventare esseri maschi tout-cout. Tra mammina e papino ... il piccolo Ben deve averne BEN le palle piene. Logico che scappi con il primo adulto che ti promette di farti fare quello che cacchio ti piace...
    A me Kylo mi piace un casino... perche' e' totalmente imperfetto.
    Ma ecco... manca il Cattivo.
    Ma potevano mai creare qualcosa di perfetto come Vader? No.
    Impossibile.
    Quindi Kylo ci sta a pennello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che se il buon capt.Phasma avesse fatto da cattivo di riserva, o da spalla del cattivo, non moriva nessuno, eh.

      In fondo, Vader era sotto Tarkin, nella copia originale.

      Elimina
    2. si ma son tutti personaggi di secondo piano, nessuno tranne i SW Nerd se li ricorda... no Vader doveva restare Vader e non essere sputtanato come Anakin.
      Gia' avevano reso la sagra a livello di Vacanze di Natale.
      Ora con Kylo si e' solo aggiunta una nota... filiale tipo...
      Cioe' Minchia Zio... spada laser... oh! Figo... oh... c'ho pure la maschera... Mamma no rompe!

      Elimina
    3. Tipo, bordello, spacchiamo i pianeti, cioè, ci sta.

      (Però, nell'economia della storia, se il/la cromonullità avesse fatto più che arrendersi, avrebbe aggiunto cinque minuti di simpatia.
      Ha avuto i suoi quindici minuti di fama anche il quacktruppo con il manganello laser che si legna con Finn, voglio dire, cioè, bordello)

      Elimina
  3. Il fan film io l'avrei fatto MOLTO meglio. Star Wars di Lucas è di suo una scopiazzatura di mille altre cose, per dire la battaglia sulla Death Star de Episodio IV è copiata pari pari dai film sulla Guerra di Corea, i nomi dei pianeti sono presi da Tolkien. Quindi, per fare l'ennesimo episodio un po' meglio bastava non citare se stessi, cioè invece di ripetere ancora il droide coi piani segreti che fugge, la Death Star che distrugge i pianeti col "laserone moltiplicato per n", l'attacco degli X-Wing che sembra fallire ma una versione anonima di Luke fa il magheggio con l'unico punto debole, eccetera eccetera, si potevano copiare racconti e film di altri generi.
    Si poteva anche togliere la muffa dagli oggetti pescati dal ripostiglio, è tutto invecchiato, semplificato, sbiadito, un po' come negli ultimi film d'azione con Stallone e Swarzenegger. Han Solo e Leia li incontro alla riunione condominiale, le basi dei buoni e dei cattivi sembrano una in Inghilterra e l'altra a Peenemunde.

    Sono io o ultimamente TUTTI i film sono cosi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente, son mi pare che si brilli troppo di fantasia in nessun film, di questi tempi.
      L'usato garantito va per la maggiore.

      Poi, Star Wars ha avuto anche la sua Forza proprio nell'essere un Pastiche di stereotipi preesistenti, mixati con quel guizzo dell'artigiano di genio.
      Ma per questo episodio è difficile definire la linea tra contaminazione e plagio.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...