domenica 27 settembre 2015

La Pantera della Branda

titolo da leggere con un accento da bagnino romagnolo felliniano.

martedì 22 settembre 2015

Allora, furbofono spanato, non parla più, non fa più rumore. Da buttare.

Son tornati i Bergamaschi, che di rumore ne fanno tanto, ma dal lato sbagliato del Cratere Orbace.

Della strada di collegamento, ancora nessuna traccia (doveva essere pronta per l'altroieri)

Papà e Mamma sono andati una settimana al mare, con l'aereo: i soliti viaggi allinclusive fuori stagione, prezzo stracciato.
- Papà piane che ha dovuto anticipare lui. Ha pianto prima di partire, ha pianto durante, piange ora che è tornato. E si aspetta ancora il rimborso dalla Mamma.
- Papà ha pianto pure perché l'aereo partiva tardi, e quindi il primo giorno lo pagava senza sfruttarlo: è andato all'agenzia viaggi 32 volte a chiedere se non c'era un charter prima.

Papà, all'estero, ha visto un trigomiro che teneva le finestre della stanza dell'hotel, ha rotto le balle alla Mamma per fare tutto il giro dei colleghi laggiù (Los Pitoneros) e portarmi a casa un esemplare di 'sto coso: che costa 2,20€ e secondo lui è indispensabile.
 Al che dovrei andare in provincia di Barcellona, direttamente dal produttore, a prenderne un pacco, così risparmio.

Son sei giorni che costa più l'inchiostro per scrivere l'incasso nei corrispettivi che l'incasso stesso.

E questo anche perché sono pirla: ho dato credito a uno, e adesso ho un millino di euro di assegni cabriolet che mi salutano dal cassetto della cassa.
Ed è colpa mia che son scemo e gli ho dato retta, è quello che fa più male (anche se il millino di euri, 'nzomma, bene non fa).

E il Furio è diventato affettuosissimo: ha capito che fino a Natale sono la sua sola fonte di cibo ed è diventato ruffiano da far paura. Viene a dormire nel letto con me - e io che non dormo per crateri, soldi, padri, etc, non mi posso neanche rigirare come voglio. Che se mi sposto, il felino occupa lo spazio libero e mi butta fuori dal mio letto.

Cavallette niente, per ora. Ma mai dire mai.

domenica 20 settembre 2015

in che senso...

In che senso "se arriva qualcuno, svegliami" ???

mercoledì 16 settembre 2015

gatti a pile

Quando si dice riparazioni, vuol dire "riparazioni".dxs

domenica 13 settembre 2015

Aspettate a fare il cambio degli armadi

Un anno fa, vi rendevo edotti dell'attività pilifera del Furio.

Oggi vi informo che il Felino non si sta impegnando e sulla pelliccia invernale è ancora piuttosto indietro.
 Ha già un po' di imbottitura, ma una cosa da mezza stagione, niente di che.
 Nonostante qui sia praticamente autunno.

Abbiamo trasmesso le novità zoometeo, dai Milletrée è tutto.

giovedì 10 settembre 2015

"Per me, son tutte balle"

 La conclusione, pare, è questa.
 Io non so di preciso, son tuttora mezzo addormentato e diciamo che mi son un po' appisolato.

 Ma, partiamo dall'inizio.
 Il piano Orbace era diabolico: Orbace-misto-Cachemire più sei giannizzeri, tra tecnici, vice Orbace, Architetti, Architravi, Archì?, Accetera.
 Questa falange Orbace avrebbe occupato tutti gli scranni rialzati a ferro di cavallo della sala riunione, il Capo-Orbace sul podietto centrale, accerchiando la masnada di pezzenti BOOM oltre la balaustrina venuti a chiedere udienza.
 Ma, come tutti i piani Orbaci, c'era una falla.


sabato 5 settembre 2015

Careless Whisper - Vintage 1930's Jazz Wham! Cover ft. Dave Koz



Ecco, e ci si lamentava degli anni'80...

Intanto: Furio disperato, i zii Desaparecidi son Desaparecidi da qui, e per lui son finite le merende e gli spuntini ciccetti.
Mi fa le facce che i crocchi che passa il convento non son di suo gusto.

Io, crollato: finché c'era movimento andavo avanti per adrenalina.
Dal primo giorno di chiusura - complice il fatto che sono andato a sbancalare un centocinquanta sacchi di pellet - mi trascino tipo zombie.

venerdì 4 settembre 2015

Clientes: i Campe(r)sinos

Al Paesello ai Milletrée manca giusto il mare,
poi sarebbe così, preciso.
 Sono, ovviamente, coloro che trascorrono le proprie ferie liberi da prenotazioni e alberghi - a bordo di un veicolo/casa acconciamente modificato.
Bhe, acconciamente...

 Forse non tanto, dato che suddetti mezzi paiono fonte inesauribile di pezzetti persi, pirulini spezzati, vitine spanate, maniglie spezzate, cerniere che si sminchiano, e parti più o meno misteriose che si criccano, si bloccano, si ossidano, si incastrano, gocciano, perdono, schizzano - oltre ad avere tutta una serie di bocchettoni, spine, prese, attacchi strategicamente disposti per connettersi a degli impianti a terra regolarmente un metro più in là della misura della prolunga/tubo disponibile.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...