venerdì 14 novembre 2014

Clientes: Il malepeggio

Detto anche Cliente Occhio alla Penna (e Contropenna)

Ammetto, magari mi illudo, ma finora i clienti sono abbastanza cooperativi.
C'è la solita media nazionale di maleducati, ignoranti e simili, ma in misura normale. Forse anche meno.

Solo che, tra i cooperativi, c'è chi coopera un po' troppo.
Tipo, entra e chiede calmo e preciso "un anello con il mordente".

Ecco, fate conto che abbia chiesto "una forchetta col ragù": due vocaboli che esistono in un ambito e un vocabolario, ma che messi assieme tarapia tapioca confadina per due.
C'è voluto un attimo ma, con gesti e disegni, si è trattato fino a concordare su un pezzo di pitoneria classico: l'occhiolo vite con filetto da legno.
 Filetto che, a detta del cliente, è mordente perchè morde nel legno. Solo che il mordente è una tinta da legno.



 Poi c'è il Penna (e contropenna) che tenta di darsi un tono mettendo dentro un qualche termine prototecnico con la moglie a fianco.
E lì ci vuol poco: basta rispondergli in pitoniere stretto.
"Preferisce le punte quadrigliate o è meglio usare delle cambrette?"(*)
 Ecco che la moglie rotea gli occhi e il Penna (e contropenna) ricomincia a spiegarsi in italiano.
E si arriva alla soluzione alla malepeggio.

Malepeggio (o maleppeggio, dice wikipedia): dicesi m.una martellina da muratore, con una penna di piatto come una zappa e la contropenna di taglio come una scure.

(*) le punte quadrigliate, o meglio le punte con testa piana quadrigliata, sono i banali e comuni chiodi - che hanno dei quadretti sulla testa, avrete notato.
Le cambrette sono chiodini ad U con due punte.

8 commenti:

  1. Cavolo, mica facile , il mestiere del pitoniere!!!
    Ornella

    RispondiElimina
  2. Buhahahahahahhaha!!!!!!
    Adesso organizzo un pullman pieno di lettori del tuo blog e ci organizziamo per entrare in negozio e chiedere le cose più assurde!!!!:-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io eviterei di farlo. Soprattutto se si pensa che il pitoniere ha a portata di mano alcuni oggetti, per esempio martelli, che possono improvvisamente diventare martelli da lancio, o badili, ottimi per giocare allo schiaffo del soldato.

      Elimina
    2. martellare la clientela non sarebbe buono per gli affari.

      Tra l'altro, la Pitoneria si sta facendo buona fama quale posto in cui i problemi si risolvono: che con una buona dose di pazienza, psicologia, tecniche di interrogatorio della STASI, e anni ed anni di settimana enigmistica qui si arriva a determinare cosa serve - che NON è quello che vuole il cliente - per fare quello che c'è da fare.
      E a quel punto tiro fuori il catalogone e per martedì consegnano.

      Elimina
  3. Guarda, io sono falegname e di questi interrogatori ne ho fatti tanti.
    Tanto per dire la maggior parte degli avventori chiedono del panforte. Che vuol dire che eliminando i miei organi e la mia autovettura comprende tutto il resto.
    Solo che se ho tempo da perdere posso partire con l'interrogatorio, se non ho tempo chiedo bruscamente se può tornare in un altro momento, possibilmente il sabato mattina che lo dedico a risolvere questi problemi.
    Capirai che quando mi arriva uno a chiedermi il "pezzo da mettere sotto il puzzle che per tagliarlo ci vogliono solo due minuti" mentre sto andando a fare una consegna urgente e con penale, la voglia di dare lavoro al pronto soccorso è tanta.
    Poi il fatto che il cliente chieda una cosa che non è quella che gli serve, allora sfondi una porta aperta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio vantaggio è proprio quello: che sono il negozio che si ferma ad ascoltarli e a penetrare nella psiche profonda dei loro bisogni.
      MI son fatto una fama, per questo.

      E faccio anche le sedute a singhiozzo, nel senso che mentre sto psicanalizzando un fermaglio per porte ma senza catena mi entra uno che ha bisogno una lampadina, il tale del fermaglio mi fa "serva pure il signore", e poi riprendiamo fino ad arrivare a capire.
      Credo il record sia sette interruzioni.

      Comunque, in effetti, mi serve un pezzo di panforte che ci vuole un minuto...

      Elimina
  4. ImpiegataSclerata20 novembre 2014 11:08

    Oh guarda, visto che devi mettere ordine nelle loro idee (e quindi nelle loro teste), come minimo dovresti farti pagare l'aggiunta come seduta di psicoanalisi, con sovrapprezzo per il fatto che gli risolvi pure il problema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c'è già una percentuale nel prezzo finale su tutti gli articoli.
      Percentuale che varia in base alla difficoltà di spiegarlo.
      Tipo: lampadina solo +10% (alogena, LED, risparmio? Attacco grosso o piccolo?) fino agli elettroutensili tipo trapano in cui il supporto psicologico costa più dell'attrezzo.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...