venerdì 10 ottobre 2014

La Zia e l'amor selvaggio

Belling for the girls by Jeannette Oerlemans
da http://www.incrediblesnaps.com
Che quando l'ormone urla...
Anzi, più che urla, b-r-a-m-i-s-c-e(*).

É la stagione degli amori dei c-e-r-v-i(*): ne ho una colonia sulla parete qui sopra casa, e li senti a tutte le ore.

 Non so se l'avete mai sentito, un bestio del genere in amore: fa un verso che è a metà tra un muggito di mucca rauca e una sirena antinebbia da nave.
 Su yutub si trova qualche filmato con sonoro, ma non rende appieno la versione dal vivo. Pura potenza polmonare e una profonda vibrazione baritonale, vigorosa, maschia.
 Suppongo sia molto erotico, per chi è interessata- ma per la nostra storia il punto è che il verso è fortissimo. Ma veramente fortissimo. Li senti da chilometri.


Bene, io ne ho una colonia quissù e se la smuggiscono allegri - e ho sentito almeno un paio di patatak di quando fanno a cornate, palco contro palco, osso contro osso, cranio contro cranio.

Solo che ce n'è un'altra colonia dei bestii al Villaggio Atavico, quello di Papà e tutti i parentadi da quella parte.
Colonia bene insediata dentro una valle laterale, valle che oltretutto fa eco e rimbomba.

 E se unisci alla valle che rimbomba la zia che rimbamba, ecco spiegato perché al Villaggio Atavico è arrivata di corsa una camionetta dei Pompieri.
 Hanno ricevuto una telefonata allucinata per andare a salvare qualcuno che sta morendo e si lamenta, e chissà cosa sarà successo, sarà qualcuno caduto, e ma non ci sono macchine, sarà qualcuno che cercava funghi, e ma però magari ci vuole l'elicottero, e ma fa dei versi, e magari è scivolato, e però non doveva andare così tardi di pomeriggio.,.
 "Non si preoccupi, signora", han ri- telefonato alla Zia dopo il sopralluogo. Sono riusciti, i pompieri, a restare seri per la durata della telefonata.
 Ma mi sa che la Zia entrerà nel repertorio delle storie da raccontare della caserma.

(*) la Zia ha imparato ad usare internet. Male, ma lo usa. Quindi basso profilo sulle parole chiave...

7 commenti:

  1. Anni fa, girava una storiella (leggenda metropolitana?) che diceva: al paesello X, piena campagna, nel cuore della notte la signora Y sente provenire dal giardino della sua villetta lamenti, urla e gemiti, come se qualcuno soffrisse moltissimo. Chiama subito i Carabinieri, quelli arrivano e cominciano a ridere. Signora, le dicono, sono gatti in amore!
    Lei non li aveva mai sentiti prima perché, in precedenza, aveva sempre abitato in centro Milano.
    Fa il paio con tua zia.

    RispondiElimina
  2. Beh, direi proprio che quella dei gatti è un aleggenda: che non ci sono gatti (magari pure randagi) a Milano?

    RispondiElimina
  3. ImpiegataSclerata10 ottobre 2014 17:10

    Nel senso che tua zia chiama i pompieri tutti gli anni?

    RispondiElimina
  4. Urge tagliare i cavi del telefono alla zia.... o rubarle la chiavetta.....
    Se ti becca so ca...i amari !!!
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e io so' fesso, secondo te?
      Sono anni, anni, che mia zia ha il miop numero di cellulare.
      Sbagliato.
      Fa conto che il mio numero è un 349 1234567 e la flippoZia ha in rubrica un 347 1234567: così delle volte mi dice "eh, ma ho provato, mi da numero inesistente: ma tu hai l'1234567?" - "Si, zia, ho l'1234567".
      Quindi sono irrintracciabile a vita, almeno dalla Zia.
      FInché, almeno, quella peppia del Papà non gli darà il numero giusto.

      Elimina
    2. ImpiegataSclerata14 ottobre 2014 13:52

      Sei un vero GENIO!!!!!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...