venerdì 26 settembre 2014

Troppo poco?

Ho appena fatto un preventivo per un lavoro.
Sono stato un pochino larghino, che c'è la gggrisi.
Ed ero un po' lì, che c'han tutti il braccino corto...

Mi telefona adesso il cliente.
Ohiomama.
Mi dice che dovrei rifare il preventivo.
Ariohiomama.
Mi dice che è troppo poco.

Uh?



Questa è una novità. Non si spiega.

No, cioè, 'spetta: si spiega. Il cliente è l'amministratore del condominio. I soldi sono dei condòmini.

6 commenti:

  1. ImpiegataSclerata26 settembre 2014 12:31

    Aspè, non è che hanno chiesto un po' di preventivi all'Amministratore e lui vuol far passare un suo qualche amico?

    RispondiElimina
  2. Occhio: questo pompa i preventivi per poi fare la cresta sulla spesa e pagarti effettivamente di meno. Tu gonfia il preventivo quanto vuole il tipo, poi però fattura quello che gli hai chiesto, e soprattutto manda copie delle fatture anche ai condòmini.

    RispondiElimina
  3. In genere è anche più semplice di così.
    -Mister X ha già un fornitore di fiducia, puntuale, pleciso, e con una buona stecca per l'amico.
    -Per via di qualche nuova regola servono due, tre, n preventivi per lavori superiori ad un certo importo.
    -Mister X viene da te non per comprare, ma per infilare il tuo preventivo tre le pratiche. Senonché, pur avendo il 100% dei recquisiti di fornitura, il tuo preventivo è talmente basso da sbattere l'amico fuori gara.
    -A questo punto Mister X viene da te pregandoti di pompare il preventivo per metterti fuori gara, ora e per sempre.

    In genere, cercare di remare contro il sistema, sputtanare l'amministratore, fare denunce... è controproducente, perché Mister X, che ha sempre molti più amici di te, comincia a sputtanarti fino a che tutta la gente per strada si gira dall'altra parte quando passi.

    Consiglio: non fare commenti, digli che il prezzo è quello e che è libero di andare a buttare i propri soldi dove vuole.

    Ciao

    RispondiElimina
  4. interessante esperimento sociologico.

    Dagli all'untore e all'Amministratore! A prescindere

    In realtà, quelli da mettere al rogo sono i condòmini.
    Che con la scusa che sono seconde case, che ci sono raramente, che qui che lì che la, insomma sono degli arsenio Lupin delle spese condominiali.

    L'ultimo lavoro, banale piccola manutenzione, aveva un preventivo di 100 ed è costato 110: per riuscire ad avere quei due spicci in più a testa, L'amministratore ha aspettato quei sei euro e settantacinque a condòmino in alcuni casi un anno - quando proprio c'era da pagare il gasolio e i signori condòmini ritardatari e morosi cronici della rata primavera-estate o cacciavano la lira o la caldaia non si accendeva.

    Memore di tanta generosità dei propri affezionali clienti, il nostro amministratore parte preparato e mette in conto oggi, col gasolio di oggi, il preventivo per il lavoro + abbondanti imprevisti da fare fra un mese.
    Se poi, come probabile, il lavoro sarà fatto senza sforare, allora quei sette euro e quindici centesimi in più a condòmino glieli rende col gasolio 2015.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ImpiegataSclerata27 settembre 2014 14:59

      Bene. La mossa preventiva è una buona idea, per lui e anche per te.

      Elimina
  5. Tu dimmi se per fare l'amministratore bisogna essere più strateghi di Pericle, Aristide e Temistocle messi insieme...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...