venerdì 12 settembre 2014

intermezzo bambagioso

La storia della Nonna si sta evolvendo in nuove e rutilanti concatenazioni.
Ci lavoro per renderle in tutta la loro scintillante policromia.

Si intravede solo sotto all'ascella, il gonfiore del piumino.
Intanto, avviso zoometeo: il Furio, in una settimana, ha pompato fuori una quantità di peluccino invernale sotto al manto: quello a fiocchetti leggerissimi, a batuffoli.

Per me, la bestia sa qualcosa che noi non sappiamo...
La percepisce.

Io del felino pitoniere mi fido: sto mettendo giù adesso l'ordine per le pale da neve ed il pellet, nel dubbio.

13 commenti:

  1. ImpeigataSclerata12 settembre 2014 12:19

    Oddio... La nonna mannara colpisce ancora (e parecchio)...
    Il Furio è sempre parecchi passi davanti agli altri, anche dei suoi simili, mi sa.

    RispondiElimina
  2. Lo sanno anche le rondini, che credo siano partite perché non le vedo più.

    Ornella

    RispondiElimina
  3. Che bel commesso peloso che hai :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non commesso, la sua mansione è Public Relations Cat.

      Elimina
  4. per la cronaca: il gatto ha visto lungo.
    Qui è diventato di botto novembre, pioggerellina, nebbia che neanche in valpadana e un freddo becco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ImpiegataSclerata19 settembre 2014 13:22

      Furio, il degno successore di Bernacca.

      Elimina
    2. Previdente ma tordo, ahimè.
      Ovvero, si è munito di abbondante piumino.
      Bene.

      e poi esce quando piove più forte, così si imbeve bene bene di acqua e torna bagnato come una spugna.
      Tanto bagnato, e tanto gonfio di pelo, che anche a ripassarlo con l'asciugamano ben bene resta sempre umidiccio.

      Infatti, il bestio è già lì con il solito fischio quando respira, per il primo accenno di catarro di stagione.

      Elimina
    3. ImpiegataSclerata19 settembre 2014 18:58

      Provare con un bel asciugamano di microfibra che assorbe l'impossibile? Certo, dopo sarà così elettrico che potrai usarlo come pila/energia ecologica e rinnovabile per illuminarci tutta casa a giorno...

      Elimina
    4. niente microfibra, ma lana.
      E pellet.

      Ho acceso la stufa, ho messo la coperta di lana sullo sdraio acciambellata per fargli un nido, e il bestio è caduto in catalessi.
      E gli è passata sia la rasperia nel naso che la voglia di uscire quando piove.

      Elimina
    5. ImpiegataSclerata20 settembre 2014 19:03

      Meno male, perchè impiastrargli il petto col Vicks vaporub sarebbe stato un pochetto complicato.

      Elimina
  5. Un po' sconsiderato il gattone !!! Non gli è bastata la neve dello scorso inverno ? Speriamo bene...

    Ornella

    RispondiElimina
  6. Però è tanto bello il gattone! ^_^

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...