giovedì 30 gennaio 2014

dato che il clima è adatto...

 Io, per non saper ne leggere ne scrivere, mi son fatto un po' di polenta.
 Che con la neve è la morte sua.

 Facendo anche saltare in padella una cipolla e poi buttandoci su la polenta per inglobarle.
 Sono venute un po' moscette, dovevo friggerle di più.

E poi, va da se, ho portato la polenta ad essere abbastanza soda da tagliarla con il filo. Che la polenta non si mangia al cucchiaio, barbari!

domenica 26 gennaio 2014

strani incontri: un anno dopo

Nel cortile dall'altra parte della piazza, cinque minuti fa.
Quello che l'anno scorso era qui davanti.



E magia magheggio dei socialtetuorc, foto dal vicino qui di fronte, in pieno zompo.


giovedì 23 gennaio 2014

Ma... di nuovo?


Ancora 'sta roba fredda?
Avevano detto che no...


domenica 19 gennaio 2014

Se non ci fosse il Papà (e delle volte non c'è)

 Ah, ma è la stessa cosa, uno più uno meno
 Mi fa vedere un foglio con tutti dei conti ne degli scarabocchi.

 Ieri, vedo il Tiggì e penso: Ma perchè l'han proprio dovuto invitare, quel vecchietto un po' rimba?
 Che, voglio dire, al TG La7 han detto è entrato da dietro: visto il personaggio, avrei evitato. O avrei aggiunto Ahi, che dolor.

 Insomma, Mio Papà aveva già fatto sul retro di un calendario il calcolo delle differenze tra i vari sistemi elettorali e ha deciso che sono lo stesso.
 Matteo poteva dare un colpo di telefono a casa, e non far tutto il can-can di invitare nella tana del lupo il Grande Capo Asfaltato e Pregiudicato.

 Sarà che non conosce 'l mi'babbo, il Matteo.
 Io lo conosco.

mercoledì 15 gennaio 2014

Il ritorno del figliol prodigo

 Dubbio sul titolo: dover saltare una recinzione, annaspare nella neve alta e arrampicarsi su una scala marcita per acchiapparlo e portarlo indietro, vale come 'ritorno'?

 Parlo del mio figlioccio felino che, venerdì sera, ha cominciato a star male.
 Non per il catarro, però, come gufavate.
Non è lupus. Sarà Felis?

 Non faceva più pipì: si agitava, naso secco, seduto sulla sabbietta e su tutti gli stracci di casa spingendo senza fare niente.

 Io dico, 'aspita, è venerdì sera: Dove lo trovo un veterinario, adesso?.

 La mattina dopo sembra un po' meglio, e memeowmemiow come tutte le mattine esce.
 Per non farsi più vedere.

 Dopo giorni che lo cerco, lo vedo su un balcone della casa abbandonata qui dietro: e parto a salvarlo. E se sprofondare nella neve alta e fresca è difficile, cercare saltare la recinzione senza mani e con in braccio un gatto scemo che si divincola è stato... complicato.

giovedì 9 gennaio 2014

Catarro

 Un bambino piccolo che tira su col naso.
 Un vecchio catarroso che scaracchia.
 Spettacoli comuni, nell'inverno ai Milletrèe. (anche non in inverno, per gli scaracchioni)

lunedì 6 gennaio 2014

Neanche quest'anno

 Boh, io non capisco.
 Anche quest'anno non è arrivato il pacco dono dalla Mapei.

 E che sono anche generosi, di solito: oltre ai cappellini e magliettine, ho qui che gira anche un gilet milletasche da muranda tecnologico, e credo anche un pile omaggio.

 Sarà che sono una ditta grossa.
 Sarà che il capointesta è impegnato, ultimamente: guidare Confindustria prende tempo.
 Sarà la crisi.

 Ma neanche un panettoncino glassato di stabilitura, un pandoro con velo di rasante, uno spumantino con antigelo.
 Niente, nisba, nada.

 E non me lo spiego.

venerdì 3 gennaio 2014

il virus culoastrisce

mentre operavo la trasformazione di cui al post precedente, ho avuto un aiuto inaspettato.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...