giovedì 28 novembre 2013

Appendere la Bici al chiodo

 Quante volte l'avete sentita declinare, la cosa di appendere la XXX al chiodo, per qualunque valore di XXX.
 Posso dire una cosa.
 Attaccare la bici al chiodo non si può fare.
Non è tanto che uno, Bartali ci nasce e ci resta. E che l'impulso a dar di pedivella sia come una droga.

 É proprio che una bici su un chiodo non ci stà, al burla giò.
Ci vanno un buon paio di staffe nel muro e, per fare le cose pulite e non dover svitare un pedale per rimontarlòo contrario, anche un buco nel muro dove infilare la pedivella (buco che farò, il primo giorno che ho un trapano).
 Che far le staffe più sporgenti, poi mi tocca sul tetto della Punto con l'Iperspazio.

 Si vede che da giovane giocavo con i chiodi e a Tetris?

martedì 26 novembre 2013

'a breve è previsto l'arrivo di una massa molto fredda'

A'Impiegà, è gia qui...
Lo straccio del pavimento lasciato fuori ieri ad asciugare: crick-.crock.
Io sono ben munito di pellets senza aditivi,, comunque.

domenica 24 novembre 2013

L'era glaciale

da copypasterepost.com
L'era glaciale

 Non quella con lo scoiattolo e la nocciola, proprio la glaciazione.
 Per me sta arrivando. O meglio, la stanno portando.
 Non il solito meteo, la perturbazione, la neve, il freddo, il vento artico, le CAVALLETTE!


 Intendo: c'è un vecchietto che ha sbrinato un partito vecchio di vent'anni, e quasi gli viene un coccolone in pubblico nel tentativo.
 E già lì - il ritorno del partito, dico, non il coccolone - è una cosa che fa freddo al cuore.

 Ma, in termini più vicini: ve la ricordate la Negoziante Surgelanda, pagatrice in crespelle ed ex-padrona del Furio?
 Vi chiederete: oltre che ex-padrona, sarà mica anche ex-Surgelanda?

 Ovviamente, no. Che c'è il Nonno (un paio d'anni più vecchio del desurgelando ex-premier)

venerdì 15 novembre 2013

Furio e Viviana

 Che fuori nevica deciso da ieri sera ed il Furio ha deciso che doveva andare a zonzo.
 Dopo un'oretta me lo trovo sul davanzale che vuole entrare. Sembrava un reduce della Russia.

 Rientra, lo sbrino e lo ascuigo dal grosso e lui si piazza qui.

giovedì 14 novembre 2013

il tubo per la lap-dance


 Il palo è quello laggiù in fondo.
 In realtà è un banale tubo dell'acqua, ma così il titolo titilla gugle.
 Quel tubo, però, ha uno scopo tutt'altro che banale: è illegale e gufa contro la Nonna.
 Sbuca infatti per trenta centimetri nella Camera Padronale, quella in cui non posso entrare perchè è quella della Nonna.

 Ci entra, abusivamente, perché una volta defunta la Tambarna ho intenzione di farci un bagnetto di servizio.
 E non potevo coibentare l'ennesima parete senza tubo e poi spaccare tutto per allacciare l'acqua, no?
 Adesso devo solo travestire il tubo...

 Per il resto, adesso ci sono otto centimetri d'isolante tra me ed il freddo mondo esterno.
 E una finestra con un vetrino sotttiiiiiiile, il che rende l'operazione un po' velleitaria, ma faremo qualcosa anche lì.

 Adesso, manca solo più la parete su cui è appoggiato il pianoforte, e poi ho blindato tutte le pareti che danno all'esterno.
 E sto già ragionando per far qualcosa al tetto e alle camere...

sabato 9 novembre 2013

Lavorare ingrassa

 A proposito della negoziante del Furio, mi ero dimenticato un particolare.
 Io le mantengo il gatto, ma la Negoziante Surgelanda mantiene me.

mercoledì 6 novembre 2013

Sempre più difficile (Self-service reprise)

Dopo il self service normale, la versione acrobatica.

 Sempre più difficile, siòre e siòri, venite a vedere il Furio il Feroce salatino...

domenica 3 novembre 2013

Crapa Pelada volea i cruccheìt

e se ne magna senza fradei,
i so fradei capia fritada
ghe ne dan giò a crapa pelada.

Libera trasposizione della filastrocca.
Che, il gatto con la crapa pelada, una piazza da monaco tra le orecchie, mi mancava.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...