domenica 27 ottobre 2013

la prima notte assieme

 Bhè, assieme.
 diciamo sotto lo stesso tetto, io sopra e lui sotto.

 Lui è il Furio: mi si è aggrappato alla finestra ieri sera, sotto la pioggia.
 L'ho fatto entrare, gli ho dato la terza cena, l'ho asciugato per quel che potevo. E lui mi si è messo sulla pancia a dormire.
 Ora di andare a letto, era lì pacifico che ronfava sulla mia sdraio, non mi andava di buttarlo fuori al freddo e sotto l'acqua. L'ho lasciato lì.

 E la mattina dopo...



 La mattina dopo è successo questo:
Ancora cinque minuti,
papà...
ho detto: ancora-cinque
-minuti. Capito?
uff, non si può avere
mai un po' di pace, qui
 Insomma, si è installato.

7 commenti:

  1. ImpiegataSclerata27 ottobre 2013 08:43

    Ah ah ah... Spera che ti lasci mezzo metro di spazio abitabile.

    RispondiElimina
  2. Mi sembra giusto che si sia installato.....perché non vai tu sotto la pioggia? A non si può, sennò addio terza cena e casina calda
    Elisa

    RispondiElimina
  3. Ti riconosce come suo amico di vita, oramai non andrà più via. Hai un gatto adesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che mi riconosce più come bancomat di crocchi e come portinaio...

      Elimina
    2. Non è Loco ad avere un gatto ma è Furio ad avere un bipede, chiariamo le cose subito!
      E sì, sei un croccomat, portinaio e generatore di coccole. Ricompensa? Fusa e strusciatine =^_^=

      Elimina
  4. Sii lieto: sei stato ufficialmente nominato "Abitante della Casa".
    Casa del Furio, intendo.
    Nonché Umano del sudetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che non è convinto: son due sere che entra, cena, dormicchia un po' e poi, all'ora di andare a letto vuole uscire ed andare.
      Aspettiamo di vedere la prossima volta che piove o nevica.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...