venerdì 6 settembre 2013

Obelix apprezzerebbe


Filetti di aringa affumicata con patate bollite su letto di cipolle

- e un po' di erbette così a caso.



 Una cosa a metà tra questa mia edizione e quella delle 12 Fatiche di Asterix mi era stato servito a Rennes, Bretagna, nel 2002.

 Quando ho visto la busta di aringhe affumicate sottovuoto al super, ho provato.

 Non è riuscito neanche male, anche se le aringhe bretoni, fresche, non erano salate come queste insacchettate...

 Infatti, i filetti avanzati li ho stufati con patate e caroti in una zuppetta zupposa per diluire il sale: un po' uno spreco, ma mica male.

4 commenti:

  1. Non c'è paragone tra il pesce fresco e quello affumicato, seccato e/o surgelato.
    Il surgelato ha un unico vantaggio: il sapore non è mai più forte del fresco.

    RispondiElimina
  2. ImpiegataSclerata6 settembre 2013 11:30

    Ho fameeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
  3. Complimenti....fai venire voglia di farsi un giretto dalle parti dei milletrè, magari se mi attacco con il naso al vetro della finestra e con lo sguardo da povera orfanella come fa il gatto....
    A proposito! Lui ha apprezzato o niente aringhe?
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, era in cura dalla Zia Desaparecida e ha mancato l'occasione...

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...