lunedì 8 aprile 2013

Lo sbrego nel cappotto - la vendetta

 Si diceva, tempo fa, della storia del cappotto isolante antifreddo come da norme per Casa Frankenstain, che già aveva avuto uno strascico.

 Bene. Segnalazione del commercialista (quello giovane, defunto il vegliardo): è scaduto il termine per consegnare il famoso attestato che Papà non ha voluto fare per due soldi perché però, magari, forse...
 Nel frattempo han cambiato le norme, dato l'alto numero di certificati fatti a casaccio da ditte incompetenti.
 E per non so quale pasticcio fatto dal Papà, l'attestato era da allegare entro il 31/12/2012.



 Papà si è fatto fare un preventivo ed è qui che gira e gira e gira come un'anima in pena che come farà, che ahi il braccino corto, che oh ma quanto mi costa, oh ma il geometra non mi fa lo sconto, oh ma non si può rimandare, oh ma e poi c'è quello dell'impianto elettrico, oh...

E io...

3 commenti:

  1. Tuo padre mi sembra come i miei zii e cugini che per evitare di tirar fuori dieci cinque anni fa ora ci tocca (me compresa) tira fuori 20. Ma pare cbhe ammazzarli non si possa
    Elisa

    RispondiElimina
  2. credo sia stato uno dei grandi errori del governo Monti: un decreto 'stermina-braccinicorti' avrebbe creato un due/tre punti buoni di PIL...

    RispondiElimina
  3. ImpiegataSclerata8 aprile 2013 18:44

    Chi troppo vuole nulla stringe. Lo capirà mai papà braccinocorto?
    Ovviamente è una domanda puramente retorica. Per certe cose la memoria è terribilmente corta. Rifarà tutto uguale anche alla prossima qualunquecosasia.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...