domenica 24 febbraio 2013

Pane e caprioli

 L'Alternativa non compare a recuperare il pane - sarà da chiamare il Soccorso Alpino?
 Mi dispiace per le capre alternative assiepate nella stalla. Fieno senza pane, per loro.

 Intanto si è sparsa la voce, mia Mamma porta a casa sempre più sacchi e sacchi di michette che si accumulano in garage.

 E qui c'ho i caprioli affamati col cagotto da avvelenamento.

 Intravedete una soluzione?


 Ecco, sto per andare sul pendio con un saccone.
 Se non mi sentite più, chiamate il Soccorso Alpino per me, invece che per l'Alternativa.

 La prima foto cercando "pane caprioli" l'ho trovato su Donna Moderna.
 E quindi l'Anonimo aveva ragione...
 E dato che durante il carnevale è stato un festival di gente che tirava fuori 'violini' di bracconaggio per offrirli in giro e parlava di doppiette, non so se c'è ancora un cliente per questo pane.

6 commenti:

  1. Non potrei mai mangiare capriolo, mi vedrei davanti la faccetta di Bambi che mi osserva con aria di riprovazione.

    RispondiElimina
  2. Mai come il macellaio che incollava la foto della mucca che era dentro al bancone

    RispondiElimina
  3. Con due patatine lo mangerei molto molto volentieri.

    RispondiElimina
  4. Eh, confesso che piace tanto anche a me… ma l'avrò mangiato 4 volte in tutta la mia vita…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'avrei una foto compromettente dei carnevalanti locali con uno zampetto salato e lasciato asciugare di bestia non identificata che yummy.

      Però poi ti trovi un cqamoscio in casa, come è capitato oggi, e in somma hai paura di averlo conosciuto quel cosciotto...

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...