domenica 10 febbraio 2013

Paesello 2.0

File transmission by ~InCaseOf, DeviantART
 Si lavoricchia. Con grave nocumento del portafoglio e della salute.
 Che la birra gonfia.

 Spiego: mi sono inghippato in una cosa di portare il Paesello in rete. il Paesello due punto zero, appunto.
 E dato che ho la chiavetta con le ore contate, mi tocca scroccare il wi-fi al bar.
 E già che son lì, qualcosa ordino...

 Ed è un bel dire, il 2.0: che si parte da meno tre punto sette, almeno.
 L'implementazione sul territorio, inesistente.



 É passata di qui la macchinina di Google per gli streetview, ma son mappate tre vie su quindici (di cui due coi nomi sbagliati), han messo il comune in un burrone, c'è una autofficina che ha solo un numero di telefono prefisso 011 (Torino) e una agenzia di pubblicità che pare Brianzola.
 Noto che quell'autofficina appare in un sacco di posti: nipote incapace che pasticciava, o tentativo di raccattare clienti a duecento chilometri dalla sede?
 E, va da se, gli esercizi commerciali del comune è grasso che cola se hanno un fax - un'email è fantascienza, un sito cos'è?
 La pagina Wiki ha due cose copia-incollate da una guida ai comuni italiani, se cerchi immagini del Paesello esce l'improbabile o un sacco di posti che non c'entrano niente, e siti morti da anni.
 Per carità, ho buttato un occhio in giro e mezza Italia è conciata così, ma...

 Quindi, punta e mazzetta, al tavolo del bar ad inserire indirizzi, immagini, a spostare vie sbagliate, ad aggiungere frazioni, a segnalare punti d'interesse.
 E a far foto da inserire. Il mio tipo di foto, tipo cartolina ma in cartolina si vedono meglio.
 Flickr ha delle idee un po' sue, per gestore le foto, ma una volta capito va abbastanza.
 Panoramio, di papà Google, invece è un incubo: l'interfaccia meno maneggevole dell'universo, che deve anche passare da Picasa.
 Che tutte le belle balle di avere un solo account Google+ che ti permetta di gestire tutto funziona solo per la password.
 Da lì, ognuno per se e la rete per tutti.
 Wiki: libera, aperta, e da codificare tutta a manina, sperando di non far danni.

 Insomma, portare il Paesello nel XXI secolo richiede, tempo, fatica e birre.

 Che, poi, non è detto che sia un male restare un po' indietro e non essere completamente al passo cui tempi.

 Che come nota Paolo Attivissimo: Lo scopo della fantascienza (a volte) non è prevedere il futuro. È prevenirlo.
Blade Runner 1983
Pechino 2013

6 commenti:

  1. ImpiegataSclerata10 febbraio 2013 10:12

    Che lavorone, complimenti.

    RispondiElimina
  2. UUUUU il paesello in rete!!! che bello. con tutte le nonnine, , la differenziata, i camosci, le cavallette....fai la sitcom del paesello!!!
    forza

    RispondiElimina
  3. Voglio l'indirizzo per valutare il risultato, che poi ci scappa la gita :-)
    Che fare questo genere di lavori non sia così semplici ne sono perfettamente consapevole: ho vsito amici consumare litri di birre e tot di sigarette
    Elisa

    RispondiElimina
  4. fortunato il paesello che ha una penna satirica come la tua.(altro che guareschi)spero che abbiano il coraggio di farti fare come la signora lia celi per rimini (bellissimo scherzosissimo depliant sulla citta, storia, costumi ecc)si ci vado...solo per la "vista via celi" il sito della citta...boh ...noioso come tutti i siti degli 8800 comuni. almeno avrai tante storielle da raccontare sul blog ... aspetto con ansia..perche di satira buona non ce ne mai abbastanza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahimè, niente di tutto questo: il sito è di una antica e dignitosa organizzazione locale, e tra la poca capacità di comunicazione genetica e le brighe da paiesello, quello che c'è sul Paesello è estremamente Ad usum Delphini.
      Insomma, la parte imbellettata della realtà.
      Quando non balle clamorose, omissioni, amnesie...

      E già com'è c'è chi barbotta...

      Se interessa la mistificazione della realtà, scrivetemi e vi mando l'indirizzo in privato: la mail dev'essere nel profilo da qualche parte.

      Per le storie 'vere' resterò qui sul blog anonimo e non riconducibile, con le tag Paesello e Ai Milletrè, questa per le cose specifiche dovute alla quota - tipo caprioli masticafiori.

      Elimina
  5. peccato !speravo in una bella sitcom italo-paesellistica, roba da benni moderno.

    mi consolero con i caprioli mastificatori

    se ti piace la satira
    http://www.webalice.it/antoniomontanari1/c/ilrimino/2006/1146.liaceli.html

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...