mercoledì 20 febbraio 2013

Il rumore della primavera

gzzgrukghegherregherretititlingtingghegru---------gzgrukgherregherretitlingghegrr---------gzzgrukghegherregherreghegrrru---------gzzzgruukghegherretitilingtling-gheghegru---------gzgrukgherregherregherreghegrr---------

CEEEEEEEEEEEEEP!
 No, non sono matto.
 O meglio, si, sono matto, ma non nello specifico.

 Questo concerto asincrono è il rumore di primavera: non i cinguettii, ne lo scroiscio d'acqua nelle grondaie mentre la neve sul tetto si scoglie.

Gzz il motorino della coclea - grunk va in tensione la cinghia di trasmissione - ghegherre il motorino sotto sforzo - tititling tintinnano i pellets giù nel braciere - ghregrru il motore si ferma - e qualche secondo dopo ricomincia.

 Che: è da mo' che parlo della stufa, e me ne accorgo adesso che fa gzzgrukghegherregherretititlingtingghegru?



 Ebbene, si: ve la ricordate, la ventola del bagno?
 Riassunto delle puntate precedenti: eravamo rimasti allo sbrego nel muro e nel dito.
com'era
Buchi... Buchi... Ancora buchi.
com'è
Ora: griglia in sala Condotto mimetizzato e griglia in bagno
 Da Natale è così: entra da lassù in alto qui, sopra la stufa, passa nel condotto camuffato dallo scaffale e esce qui.
 Un termostato in sala sente quando l'aria è calda, ed un secondo termostato è in bagno.

 Ecco, la ventola ha girato praticamente sempre per tre mesi: whrrrrgritgrattwroomziingwhrrr era diventato rumore di fondo.

 Adesso il bagno è caldo senza pompare dentro altro caldo.

 Senza whirrgraaatwhoorzingwhirr di sottofondo, si sente gzgrukgherregherretitlingghegrr.

 Sta arrivando la primavera...

(lo so, c'è la perturbazione in arrivo: ma se è come le ultime tregende annunciate, altro che gzzgrukghegherregherretititlingtingghegru...)

3 commenti:

  1. Un po' come la mia caldaia quest'inverno che sembrava avere l'asma e la bronchite. Poi è andata in blocco definitivo.
    Mi hanno dovuto spaccare il muro in cucina e il tubo che portava l'aria dalla caldaia a fuori che si era completamente otturato.
    Elisa

    RispondiElimina
  2. Insomma, alla fine sei arrivato alla ventilazione forzata, eh !

    Anonimo SQ

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la ventilazione era prevista 'forzata' in bagno.
      Quello che non era previsto era di dover forzarla anche nello sbrego del soffitto per la camera, che alla fine ho dovuto dotsare asnche quella di ventola.

      Che però fa whirr (e non whrrrrgritgrattwroomziingwhrrr) solo a tempo dalle sette di sera.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...