martedì 29 gennaio 2013

Tutta calda ed umida

Igrometro: lo stai facendo bene.
(titolo studiato lungamente per i maliziosi all'ascolto)
 La stufa a pellets fa caldo secco.
 Ah, che bello il calore della legna, mica come i termosifoni, sapesse signora mia.

 Solo che è tutto un crik e crak delle pareti di legno che si muovono.
 E, caldo secco, segatura e cenere, ventole = casa perennemente incipriata.

 Insomma, Mia Mamma fa una delle sue visite da Congiura Degli Innocenti. E trova crepe e polvere.

 Quindi, in ordine sparso: chissà dov'è l'umidificatore elettrico di quando eravate piccoli.
 E dovresti mettere uno straccio bagnato sulla stufa.
 E con l'aria bagnata la polvere non vola.
 E ci starà sulla stufa una delle cento brocche sbeccate della Nonna?
 E hanno detto per televisione che l'aria secca fa male per l'influenza.
 E ci sono quelle vaschette di coccio, ma hanno quella gobba dietro per infilarsi nei termosifoni.
 Insomma: trovo due cose di coccio rettangolari e le appendo ai lati della stufa.
 Però alla Mamma non basta, e ci metto su una brocca.
 Però no, lo straccio bagnato steso tipo profugo, quello no.
 Però la brocca scivola che la maiolica sopra la stufa è bombata.
 Però m'incastro sui cocci a lato per caricare i sacchi di pellets.
 Però tolgo la maiolica così la brocca, almeno lei, non casca.
 Però, sotto la maiolica ci sono dei buchi...

 Humm..

 Momento McGyver: smonta di qui, togli di là, e aggancio i due cocci DENTRO la stufa, tra il corpo e la scocca esterna, sotto due buchi della maiolica.
Umidificatori nella mia stufa Viviana Della Nordica Extraflame

 E, trovandomi col cacciavite in mano, tolgo altri pezzi e scopro un sacco di posti dove cacciare vaschette, se le trovo di misura.
 Oppure potrei farle. Humm. Humm. E poi trapano qui per riempirle. Mumble. Mumble.

 Insomma c'ho la sala tutta calda ed umida, come da titolo.

 Vediamo se i due cocci bastano. 

 Se no...

11 commenti:

  1. Tanto che ci sei, falla profumata: metti un limone, trafitto da tanti chiodi di garofano, su un qualcosa di tiepido.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. memore di vecchie storie raccontato dai nonni, ho messo le bucce d'arancia sopra: si son seccate senza far granchè.

      Allora le ho messe a mollo dentro una teiera appoggiata sopra la stufa.

      Il giorno dopo avevo uno sciroppo di arancia e una puzza di candito appiccicaticcio per casa.

      Ho messo lo sciroppo in una brocca lontano dalla stufa e sta ancora lì.

      Elimina
  2. Ma non è che, magari, quegli spazi vuoti hanno una ragione di esistere e metterci qualcosa dentro potrebbe non essere una buona idea?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh, ne dubito.
      le due lamiere a lato sono solo una carenatura: possono essere sostituite da lastroni di maiolica (versione stufa 'deluxe', io ho il modello 'poraccio')

      Il calore vero della stufa esce frontalmente per ventilazione forzata, dai due anfratti circola solo un minimo di aria calda per convenzione - in sostanza per fare in modo che non ci sia contatto diretto con il bruciatore e quindi non scottarsi toccando la stufa.
      Dubito che un paio di cocci dentro cambino il flusso in maniera tale da far danni.

      Poi, alla peggio, va a fuoco la Baita...

      Elimina
  3. Tu sei troppo paziente, io avrei preso la mamma e l'avrei ficcata sopra la stufa, ma quella economica a cuocere!!!!
    Adesso comunque non può più protestare. Una curiosità: e le stube in montagna fanno le crepe ai muri pralinati in legno o sono in stanze diverse?
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente non ne ho idea.
      Così a naso, credo che una stufa a legna di qualsivoglia forma e dimensioni faccia caldo secco - quindi le perline ne dovrebbero risentire.

      Per quel che ne so, le stube non hanno alcun particolare trucco per fare un caldo 'diverso' - al limite non hanno la violenza delle pellet che forzano aria calda come un phon, ma sempre caldo e secco è...

      Poi, nin zo.

      Elimina
    2. Ooops, perline non praline, sarà stata idea della stufa e della cucina :-)
      Elisa

      Elimina
    3. Non me n'ero mica accorto.

      Muro pralinato, yummy!

      Elimina
  4. Il meglio è la puzza di candito!
    Però l'aria secca nelle stanze dà noia anche a me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho come il dubbio che 'secca' non fosse la parola giusta.
      Sahariana, forse.

      Che son qui che continuo a rabboccare acqua dentro ai cocci, va via come il pane.

      Elimina
  5. Chiavi di ricerca, febbraio 2013:
    Nordica viviana umidificatore

    Chiavi di ricerca, marzo 2013:
    Straccio bagnato sulla stufa
    Stufe caldo asciutto bagnato

    Chiavi di ricerca, aprile 2013:
    tutta calda e bagnata

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...