martedì 29 gennaio 2013

Tutta calda ed umida

Igrometro: lo stai facendo bene.
(titolo studiato lungamente per i maliziosi all'ascolto)
 La stufa a pellets fa caldo secco.
 Ah, che bello il calore della legna, mica come i termosifoni, sapesse signora mia.

 Solo che è tutto un crik e crak delle pareti di legno che si muovono.
 E, caldo secco, segatura e cenere, ventole = casa perennemente incipriata.

 Insomma, Mia Mamma fa una delle sue visite da Congiura Degli Innocenti. E trova crepe e polvere.

 Quindi, in ordine sparso: chissà dov'è l'umidificatore elettrico di quando eravate piccoli.
 E dovresti mettere uno straccio bagnato sulla stufa.
 E con l'aria bagnata la polvere non vola.
 E ci starà sulla stufa una delle cento brocche sbeccate della Nonna?
 E hanno detto per televisione che l'aria secca fa male per l'influenza.
 E ci sono quelle vaschette di coccio, ma hanno quella gobba dietro per infilarsi nei termosifoni.

sabato 26 gennaio 2013

Gli elvetici ci hanno invaso.

 Lo dicevo io.
 E tutti a dirmi che non era vero.

 Se non ci hanno invaso, com'è che mi trovo una ricerca che arriva da qui?


 E soprattutto, perchè hanno spostato il confine là e non qui, che son a cinque chilometri dalla frontiera?

mercoledì 23 gennaio 2013

un Giuliacci personale

Una delle tante immagini di 3B Meteo
 Aiuto, sto entrando nel vortice del meteo.
 Mi si sta annebbiando tutto.

 Spiego: da una parte, l'ossessione per le temperature, il freddo, il pellets, con cui riempio anche questo blog.
 E quindi guardo ossessivamente le previsioni per sapere che forse fra quindici giorni potrebbe fare -15

 Dall'altra, il fatto che i TG seminano panico annunciando perturbazioni o temperature polari.
 (P.S.: avete notato che adesso le reti mediaset pompano meteo . it, e sotto elezioni quel sito spande paura tregenda e catastrofi? Votate me e ci sarà sempre sole, cribbio?)


  Quindi, io voglio un Giuliacci personale.

domenica 20 gennaio 2013

Strani incontri (stanchi anche loro)

 Non vivo in una metropoli: il Paesello è piccino e tra i monti. Ma abito in centro.
 Verso le cinque, è ancora chiaro, scendo a prendere pellets e me lo trovo lì: davanti al cancello (aperto), sulla strada, a cinque metri.

 Un capriolo.

 Scena alla Sergio Leone: io fermo, col sacco a spalla.
 Lui, il capriolo, fermo.
 I miei occhi si stringono
 I suoi occhi mi fissano
 La mia mano che si stringe
 Il muscolo della zampa che guizza, pronto al balzo
 I miei occhi
 I suoi occhi...

 Mùment.

mercoledì 16 gennaio 2013

Il pupazzo di neve stanco

'Quando la vita ti da limoni, facci una limonata', dice un adagio anglosassone.

 E quando la vita ti da neve, che fai?
 Arteterapia criogenica.

 E l'arte imita la vita dell'autore.
 Anche il pupazzo, a differenza dei suoi colleghi, è nato stanco - stravaccato, persino.
 

domenica 13 gennaio 2013

Scritto non rende

Scritto:
"aboliremo l'IMU con tasse su tabacchi, alcolici e gioco"

Recitato:
"Aboliremo l'IMU"
L' I M U

sabato 12 gennaio 2013

Petizione alla Casa Bianca: Costruite la Morte Nera. Risposta EPICA

Death Star dimensions
by Darthmiller on deviantART
Petizione alla Casa Bianca: Costruite la Morte Nera. Risposta EPICA da Paolo Attivissimo.


  25.000 persone hanno chiesto una risposta al governo ed il governo ha risposto.
 Con una risposta che è belliccccccima...

Poi penso lla nostra campagna elettorale e mi viene tristezzzzzzza.

mercoledì 9 gennaio 2013

La crisi avanza: il resto del resto

Da www.extremejohn.com
 Boh, saranno i tagli all'istruzione.
 Sarà che 'La matematica non la capisco'
 Sarà che sono io che, cercando di aiutare, li mando nel pallone.

 Ma è da un po' che noto che mi sbagliano i resti.

 Se posso, io do la moneta che ho per arrivare a fare conto tondo: tipo 2,65 - ti do 5 euro e 15 centesimi, così me ne devi due e mezzo indietro invece di contare spiccetti..
 Me ne arrivano due. O uno e mezzo.

 Oltretutto, è curioso, ma applicano la teoria esposta da un mio vecchio professore delle medie: 'il fruttivendolo fa i conti velocissimo, non sbaglia mai, e se sbaglia non è mai a suo danno'

domenica 6 gennaio 2013

Una piazza - ben cotta, grazie.

Da www.thatssoyummy.com
 Che, nel post precedente, narravo le mie avventure nel rifare il letto (argomento emozionante, me ne rendo conto) perché per Natale, i miei mi hanno regalato lo scaldasonno.

Sottomarca, va da se.
 Quello di marca ce l'ha solo mio Papà nella sua metà del letto, e 'gestisce' lui il comando con la regolazione della temperatura per il suo letto.

 A me, l'idea di entrare in un letto già caldo fa un po' strano, ma con l'arietta (polare) che tira, sbaracco tutto il letto, caccio lo scaldasonno farlocco sul materasso (parte pelosa o panno, in alto? Io ho messo il panno) e rimonto tutto il bric-a-brak di coperte.
 E leggo le istruzioni.

giovedì 3 gennaio 2013

La banda degli onesti pescivendoli

 Che, per carità, bisogna fare attenzione alla spesa.

 E soprattutto adesso che ci sono ancora sui banconi gli avanzi di Natale e Capodanno da smaltire.

 E vai a sapere cosa c'è, nelle offerte...

 Ma, ammetto, non capisco...

 Va bene prendere la busta di salmone affumicato, va bene leggere le etichette.
 Va anche bene piantarsi lì con il carrello di traverso e smanucciare tutta la pila per prendere la busta più in fondo.
 Va bene anche stare lì a tastarla.

martedì 1 gennaio 2013

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...