martedì 20 novembre 2012

Intanto in rete: le paperelle assassine

Daddy loves Froggy
 L'assassino è una paperetta gialla.
 Quelle che galleggiano nella vasche e fanno po-pì se le schiacci. 'Friendly Floatees', gli amichevoli galleggianti o l'amichevole flottiglia, li chiamano.
 Giocattolini da pochi soldi, confezioni di paperette, tartarughine, castori in un blister con dietro il cartone: c'è la foto sul sito della radio olandese Radio Netherlands Worldwide Prodotte in Cina per la linea 'The First years'.

 Innoque, no?


 Bhe, no. Se una nave che attraversa il Pacifico, in mezzo alla tempesta, con l'equipaggio male addestrato, si perdono in mare containers pieni di questi giocattoli destinate ad una ditta di Tacoma, vicino Seattle.
 Ventottomila paparelle, tartarughine, castori e ranocchie in un punto sperduto, Nord del Pacifico, nel gennaio del 1992.
 Per farvi due conti, Mario Chiesa fu arrestato il 17 febbraio, ed iniziò allora tangentopoli. Qui il Presidente era Cossiga, il governo Andreotti.

 Ecco: queste paparelle di plastica, da allora, hanno cominciato a vagare per il Pacifico. Plastica, indistruttibile, inaffondabile.
http://it.wikipedia.org/wiki/File:Friendly_Floatees.png
 Ed è iniziata la caccia alla paperella, alla 'moby duck' - sono arrivate a riva alle Hawaii ed in Alaska (le coste più 'vicine' all'incidente) ma sono apparse ovunque: un gruppo è arrivato sulle coste australiane, della Nuova Guinea, in Cile. Altre paparette si sono infilate nello Stretto di Bering, hanno circumnavigato i ghiacci artici e sono spuntati nelle coste dell'Atlantico.

 Oceanografi e ricercatori seguono le apparizioni di queste paperette per studiare le correnti: il brutto è che, essendo plastica, ne sono saltate fuori anche nello stomaco di balene spiaggiate,  molte si sono scolorite col tempo ed il sole rilasciando i pigmenti in mare.
 C'è da chiedere quante siano nel grande Pacific Trash Vortex, la Grande chiazza di immondizia del Pacifico.

5 commenti:

  1. ImpiegataSclerata21 novembre 2012 11:54

    Mancavano proprio le paperelle assassine....
    Se oltre a studiare le correnti studiassero pure un modo per eliminare quell'isola di zozzuria...

    RispondiElimina
  2. La storia delle paperelle che viaggiano per gli oceani mi ha sempre affascinato! Meglio le paperelle o meglio la Costa Concordia? Bah
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le paperelle sono state un incidente - la Concordia è stata una pirlata fatta apposta.

      Ma d'altra parte la Nave la recuperano e puliranno il danno , le 28.000 paperelle (ed i miliardi di altri pezzi di plastica galleggianti) per ora son lì che galleggiano o restano sul fondo far danni, senza nessuno spazzino che li tolga di lì.

      Elimina
  3. Chiavi di ricerca, dicembre 2012
    Paparelle di mare

    RispondiElimina
  4. Chiavi di ricerca, gennaio 2013
    1992 nave carica di paperelle

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...