mercoledì 10 ottobre 2012

Dipende dalla legge elettorale

Da http://gilda35.com/meme
 Ecco, lo odio, questo inciso.
 Lo mettono dappertutto: Grillo prende 80 o 100 deputati - dipende dalle leggi elettorale.
 Il partito cambia così o cosà - dipende dalla legge elettorale.
 Casini si allea con Bersani, Dipietro o TopoGigio - dipende dalla legge elettorale.
 Son convinto di aver sentito la Parodi dire che la pasta la facciamo al pesto o al sugo - dipende dalla legge elettorale.
 O era Borghese?

 Dicevo, m'interessava questa novità, del bambino che mangia i comunisti, Matteo Renzi.
 E non sono il solo.



 Bon, Matteo Renzi mi sembra sempre più interessante. L'ho visto a PiazzaPulita, la7 e a Che Tempo Che Fa, Rai3.  Pragmatico, post-sessattortardo.
 Ho anche visto Bersani (mica male) e Vendola (Tristesssa).
 Ho persino seguito le capriole delle regole, e mi son chiesto se -moralmente, da liberale- potrei votare alle primarie.

 Ma ho capito una cosa.


 Sto guardando molto La7 - parlano molto, lasciano soprattutto parlare le seconde file, i vecchi e nuovi  gregari, i quasi-sconosciuti, insomma 'la pancia' dell'apparato.
 Basta sentire il volume se un bersaniano, un renziano o un vendoliano sono nello stesso studio.
 Sta bollendo il Prodi Ter.

 Cioè un governo che imploderà nel giro di un anno tirato malamente a campare, tra veti incrociati, ripiche, guerre intestine e dibattuti sull'aria fritta.
 Anche meno di un anno se -come prevedibile- lo spread col Bund avrà un psss della Hmmmp (cit.Spinoza)

 Vinca chi vinca, sia Bersani/Renzi/Vendola (Tabacci/Civati/Puppato/Abbiati/MagaMagò: perso qualcuno?), sarebbe un governo di lotta e di guerriglia: una gara dei 'minoritari' a spararla più grossa e a tafazzare il Partito e la Coalizione.
 Un'arte, quella di spararsi nei piedi, in cui la sinistra ha raggiunto un'eccellenza.

 Per fortuna, a tappare il buco dell'ennesima implosione di un governo di sinistra sarebbe disponibile un superMario-bis, e non l'Uomo della Provvidenza che si presentò a salvare l'Italia dopo Prodi I e Prodi-bis.

 Ma non è detto: anche un superMario-bis dipende dalla legge elettorale...

3 commenti:

  1. Eccomi qua e doverti dare ragione sul fatto che se dovesse uscire un governo di Centro-Sinistra sia esso con Bersani o con Renzi rischia di implodere come il Prodi-bis. E non è che si può sempre contare sul voto dei senatori a vita per tirare a campare
    Ma te la vedresti la soddisfazione del Prof Monti richiamato a gran voce per non dover ritornare a votare una seconda volta?
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai capito quanto sia contento, il prof.Mario, di essersi preso questa grana.
      E, soprattutto, della prospettiva di dover arrivare di nuovo a far da badante a questa politica.

      Solo che, ce gnente a'fà, non è nel DNA della sinistra di avere una disciplina.
      A me il povero Bersani fa fino simpatia: parla spesso di 'fare la sintesi', di arrivare ad un punto che se una cosa se è decisa è decisa - dopo tutte le tribolazione e le scelte a maggioranza.
      Salvo poi sapere che la minoranza della minoranza della minoranza si metterà di traverso.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...