mercoledì 31 ottobre 2012

Lucas vende Star Wars alla Disney

Edit: trovato questa
Da whatculture.com: Star Wars episode 7: 10 reasons why it will suck

il giovine Q

L'altro Q (da Memory Alpha)
 A proposito di giovani, di rottamazione e di ricambio generazionale

 Q è tornato.
 No, non quel Q.

 Il vero Q. L'unico ed il solo.
 O meglio era l'unico ed il solo.
 Ce n'è uno nuovo.


martedì 30 ottobre 2012

Hanno ragione quelli di CSI

 Togliere le macchie di sangue da una casa è difficilissimo.

 Che, vedi cosa succedere a poter camminare di nuovo e mettersi a fare i lavori lasciati in sospeso facendo altri sbreghi nel soffitto, pareti e nelle dita.

domenica 28 ottobre 2012

Lo sbrego a sedici noni

 Che, si diceva, mi si sfratta dalla cameretta giù in città. Forse.
 E magari, smontando e trasferendo la televisione, eliminiamo un problema, problema che mi si ripresenta spesso quando scendo.

 É un problema che esisteva da 'prima', da quando io ero ancora giù 24h. Ma era un problema che non era un problema. Adesso, quando scendo, ogni tanto è un problema.

 Papà son due anni che ha messo il suo bellissimo decoder del digitale e va a spiegare al mondo come si usa.
 Che lui sa perché sa perché sa.
 E guarda sempre RAI storia: sarà per quello che non si è mai accorto che ha il Televisore a Bunker.
E dove stanno puntando, queste cinquemila navi? Dritto su di ME!

venerdì 26 ottobre 2012

Pellets a chilometri zero, anzi uno e due.

Prova d'assaggio per la stufa.
'Verbrenne pellets' vuol dire solo granuli
da bruciare: se il pellet parla austriaco
 la gente si fida di più...
 C'è del karma anche nelle biomasse.

 Fatto in tempo a farmi fregare dall'ipermercato, gira che ti gira, vado ad inseguire una leggenda metropolitana.

 Basta saperlo. E per saperlo basta parlare con la vecchietta che ha la nipote che è cugina di una che ha 'la pellet' e lo compra lì.
 Farlo sapere in giro, fa brutto.

 E scopro, alla fine, che il 'lì' è la segheria ad un chilometro e duecento metri da casa mia.
 Han comprato una macchina pressatrice e fan degli ottimi pellets dalla propria segatura - lavorano quasi solo larice, che qui sui monti il larice va via come il pane, l'abete è da mollaccioni.

mercoledì 24 ottobre 2012

il buio a mezzogiorno

Da www.youwall.com/
 Uè, cos'è stò mortorio? che io son qui con la forchetta nel mio cordon Bleu (surgelato) e non c'è la solita atmosfera.
 É buio.

 E fuori il sole splende, non c'è una nuvola.
 La casa qui davanti è al sole, qui no.
 Che succede?

 Succede che arriva l'inverno.

lunedì 22 ottobre 2012

Vedi, a fidarti di un comunista?

Da www.lettera43.it
'io mi fido di Bersani': lo ha detto spesso, Matteo Renzi.
 I risultati si sono visti.

 Regole kafkiane, anzi fantozziane.

 A me dispiace: Bersani sembrava una brava persona.
 Invece, adesso sembra un altro D'Alema, anzi un altro Andreotti.
 Uno che pur di non mollare la poltrona è disposto a tutto.
 Anche a sputtanarsi.

domenica 21 ottobre 2012

Il gioco delle tre carte e dei due sacchi

I bari, da Caravaggio.historiaweb.net
 C'è voluto un po' per il titolo: avevo pensato a qualche variazione tipo 'la pagliuzza, la trave, il pellet', oppure 'l'ago nel pellet'. O cose tipo 'Trova la differenza'.
 Anche per le immagini, ci ho messo un po', prima di trovare 'i Bari' di Caravaggio.

 Si , vabbè, ho capito, arrivo al punto.

 Ho una stufa a pellets, mi serve il pellet.

venerdì 19 ottobre 2012

Le rughe ai menischi (reprise)

 Seconda puntura.
 Scatta il mio numerino, vado alla stanza, esce un'infermiera e mi dice 'Aspetti che la signora deve vestirsi' e se ne va.
 Torna l'infermiera con delle carte, entra, sta un po', esce e mi dice 'Aspetti che la signora deve chiedere una cosa' e se ne va.
 Torna l'infermiera con delle altre carte, entra, sta un po', esce, mi dice 'Aspetti che la signora deve ancora chiedere una cosa' e se ne va.
 Torna l'infermiera con un foglio, entra, sta un po', esce e mi dice 'Aspetti che la signora ha quasi finito' e se ne va.
 Torna l'infermiera senza carta, entra, sta un po', esce e mi dice 'Aspetti, adesso il dottore si libera' e se ne va.
 Torna l'infermiera con ancora altre carte, entra, sta un po', esce portabndo fuori una vecchia nonantenne scema come un cavallo.

 Solo che i cavalli, una volta azzoppati, li abbattono.

mercoledì 17 ottobre 2012

Allora, che faccio, vado?

 Walter si è appena dato. Altri si accodano, come un trenino di conga.

Ne resta uno, l'ultimo giapponese che non sa che è finita la guerra: ha avuto 700 firme di rinforzo, e se ne esce con 'se volete me lo dite, ma me lo dovete chiedere per favore'.

 Gli hanno fatto il braccio d'onore.
 'Ue, ragassi, siam mica qui a pettinare baffini, porco boia'.

martedì 16 ottobre 2012

Le rughe ai menischi

Da www.wakarimasen.org/
 Allora, esclusa la forfora ai menischi, risolto lo scambio di ginocchia, risuonato anche il ginocchio giusto, visti i referti, gira che ti rigira, insomma pronti con il prossimo tentativo.

 Dopo che ha fallito lo shampoo ai menischi col balsamo, adesso provano con l'antirughe.
 Che un dottore che ti dice "boh, proviamo con l'acido" promette benissssssimo.

Non ho capito se sono arrivati a scegliere con il 50 e 50 o tirando i dati, tra il botox e l'acido ialuronico.

domenica 14 ottobre 2012

Pane e capre.

Samit di IfYouLoveme
Creative Commons con attribuzione
 Non so se la capra è la capra o è mio Papà.

 É una settimana che Papà conta quanto pane passa per casa, quanto ne compra mia Mamma, quanto se ne mangia, quante pagnotte sono in freezer, quante si possono scaldare.
 Apre sacchetti, controlla cassette, conta fette.
 A casa dei miei si mangia il pane di ieri, sotto forma di pagnotte affettate: mai che mia Mamma compri meno pane per finire oggi quello di ieri e mangiare domani quello comprato fresco.

sabato 13 ottobre 2012

Gli elvetici ci invadono!

Dal sito della RSI (Rete Svizzera Italiana, non quella RSI)
 Paolo Attivissimo dice di no, ma si sa che lui è immanicato coi Poteri Forti.
 No, la Svizzera non ha mobilitato l'esercito ai confini, dice lui.

 Non vede i carriarmati, dice lui.

 Io vado a creare qualche incidente di confine, metti mai che ci conquistano sul serio.
 La bandierina con la croce bianca per festeggiare i liberatori ce l'ho, credo.

venerdì 12 ottobre 2012

Dodici di tutto: lo spelucchino

Lo spelucchino
 Spelucchino: ma che nome triste.
 Ma vuoi mettere, rispetto a leccapentola?

 Spelucchino curvo, oltretutto.
  Io supporto poco i nomi che finiscono in -ino, -ella, i diminutivi scemi di roba che non ha un nome proprio.


 Il tutto per dire che, in questa valle di lacrime, come premio di consolazione mi son comprato lo spelucchino.

mercoledì 10 ottobre 2012

Dipende dalla legge elettorale

Da http://gilda35.com/meme
 Ecco, lo odio, questo inciso.
 Lo mettono dappertutto: Grillo prende 80 o 100 deputati - dipende dalle leggi elettorale.
 Il partito cambia così o cosà - dipende dalla legge elettorale.
 Casini si allea con Bersani, Dipietro o TopoGigio - dipende dalla legge elettorale.
 Son convinto di aver sentito la Parodi dire che la pasta la facciamo al pesto o al sugo - dipende dalla legge elettorale.
 O era Borghese?

 Dicevo, m'interessava questa novità, del bambino che mangia i comunisti, Matteo Renzi.
 E non sono il solo.

lunedì 8 ottobre 2012

Sallusti ammazza Blog

 Ho seminato un paio di commenti sulla faccenda - (qui e qui) - di Sallusti e la galera.
 Giusto una tacca sopra al 'chi se ne frega', in sostanza.

 Salvo che -sittisittiquattiquatti - nella legge 'salva-Sallusti' hanno infilato di nascosto un codicillo, quel famoso codicillo che trasforma i blog in stampa.
 Quello che è già stato bocciato e spernacchiato a più riprese, che ha portato scioperi della rete e oscuramenti.
 Quella cosa che ha portato questo blog piccino picciò ad avere una tag/label censura web.

 Bene, ci stanno riprovando, i nostri simpaticisssssimi politici, nascondendosi dietro la crapa pelada di Sallusti carcerato.

domenica 7 ottobre 2012

La congiura dei sottobicchieri (reprise)

Che, tipo, ma anche no, ecco.
Foto da rubbahslippahsinitaly.blogspot.it

 Che, si diceva, perquisizione in arrivo. Sabato.

 Con calata degli Unni annessa: zia del racket delle parrocchie, con zio, amici vari, Papà e Mamma che viene su prima così ha ventiquattrore di pausa e poi spignatta per tutti.

 Causa dell'arrivo dei mandibolari parenti: festa del Paesello, o meglio Storica Celebrazione del Santo Patrono.
 Sarà che noi patrocinati non stiamo simpatici al patrono: da tempo immemorabile, in quei giorni lì, piove.

venerdì 5 ottobre 2012

Perplito su 'perplimere'

Che, siete perpliti?
 Sono perplito di quanta gente è perplita dal termine 'perplimere' e chiede lumi a Google - in cui a quanto pare il mio blog è al secondo posto come risultati cercando 'perplito'.

 Il che mi perplime immensamente,  peraltro.

 Ebbene, Google deve perplimersi anch'esso sul termine, dato che seppellisce tra le 'varie' la spiegazione ufficiale dall'Accademia della Crusca. Mica cotica.

 Quindi, avendo opportunamente distratto Google perché continui a portare qui i perpliti del perplimere, riporto un estratto della somma esposizione della Redazione Consulenza Linguistica, Accademia della Crusca su

Perplimere

giovedì 4 ottobre 2012

La NASA e gli Uccelli (reprise)

Rocket Garden e il tifone Isacc
 Che, guardando su, io c'ho un brutto presentimento.
 Dicesi: Tifone.

Il monsoncino pomeridiano della Florida c'è sempre, ma se sta arrivando Isacc dal mare dei caraibi, ecco...

E gli uccelli son sempre lì:

mercoledì 3 ottobre 2012

La NASA e Gli Uccelli


 Che, già, m'ero scordato un pezzo: stavolta ci siamo arrivati, a Cape Canaveral.
 Dopo l'ufficio informazioni che non informa del 2010, ci siamo cercati il bus a mano e l'abbiamo trovato subito.
 Con un ispanico alla guida che non è stato zitto dieci secondi nelle 96 miglia da Orlando al Kennedy Space Center - magnificando la NASA e le sue invenzioni.

 Però una cosa utile l'ha detta: l'area di Cape Canaveral, essendo militare, è vietata.
 Quindi è diventata una oasi naturale di fauna e flora, senza umani tra i piedi: e la fauna te la trovi anche in bocca, ai lati della strada.
 Letteralmente: facendo il giro col bus, ti mostrano un albero, non distante dalle rampe di lancio, dove c'è il nido di un'aquila.
 Nel fosso a lato della strada c'era un 'drillo che sguazzava.
 E fino all'aquila e al 'drillo, amen.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...