venerdì 7 settembre 2012

Birra, elefantini rosa e cacca di pollo

Questo si vedeva, dal bus.
 Che si diceva, birre scentrare per gente scentrata.
Questo c'è scritto sul bicchiere.
 Birra fatta ad Eureka, California, e servita da Frank E Stein, Church Street, downtown Orlando.
 Vuoi non entrare? offrono 40 birre alla spina (e 300 in bottiglia)
 Tra le 'alla spina', quella belga che - a leggere il menù- ti fa vedere piccoli elefantini rosa che volano: per prova provata, non mentono.

 E per asciugare le birre, scentrate o elefantiche, si mangia anche - basta capire che 'Franks' in cima alla lista non è il nome del locale, ma 'Frank-n-furters', salsicce.
 Tutto salsiccia, salsiccia assoluta.

Orlando Brewing, l'esterno
La tap room
mucche cani del Padrone
I biglietti del tour
 Rifocillati, si piglia il solito autobus verso il nulla e si arriva tra i capannoni di Atlanta Avenue.
 E che ci si va a fare in uja zona industriale nel nulla? Altra birra.
 Orlando Brewing, produttore locale: anche lui con una quindicina di spine nella 'tap-room', tra prodotti propri e 'guest', birre ospiti.
 Ho ricordi confusi di una I-4 IPA (l'Interstate 4 è la strada che attraversa la Florida).
 Color rosso ramato, diceva. Mai ordinare una  sigla che non sai tradurre:IPA sta per India Pale Ale - secondo loro era pallida...
 Fortissima. E non era roba tipo la 'Pompous Ass' che loro vendevano come forte.
 E, 'cidenti alla lista intraducibile, abbiamo scoperto dopo l'opzione di un vassoio di legno con una dozzina di cicchetti assaggio di tutta la produzione della ditta.

 Riusciamo a non farci travolgere da due mucche cani che irrompono con un tizio baffuto.
 É il padrone, che riunisce il gruppo e ci invita al tour. Ogni giorno alle sei.

 Che, tour, parola grossa: qui mettono dentro il grano, qui esce la birra, fine del tour.
 Ma una conferenza sulla birra organica.
 Ora, fate conto: sto imparando l'inglese guardando NCIS e CSI in originale, dopo un tot di ore su un bus, con una birra scentrata ed una birra ramata in corpo.
 C'è da chiedersi cosa ho capito e cosa credo di aver capito.
 Così a pezzi, la 'Purity Law' del 1515 in cui i tedeschi fissavano gli ingredienti in acqua, malto, luppolo (ancora non sapevano dell'esistenza dei lieviti).
 Per evitare quelli che aggiungevano roba tipo cacca di pollo per accellerare la fermentazione, per dire.
 Che, allora, la 'chicken shit' era organica, e quindi facevano birra organica - anche troppo.
 Oggi, chissà che ci trovi dentro, nella cacca di pollo d'allevamento.
 Un po' come l'antipulci per i cani: è un agente nervino. Funziona sulle pulci, funziona sulla gente.
 Ma lì no: acqua, malto, luppolo, lieviti. In base a quanto lasci maltare il grano, se e come lo tosti, quanto luppolo, la temperatura, ottieni qualcosa come quattrocento diversi sapori ed aromi, sentori di fruttato, di agrume, di terra, di caffè, di grano o di ciliegia. E viene lager o ale, bionda, rossa, marrone, ramato.
 Solo maltando, tostando e fermentando acqua, malto, luppolo, lieviti. Niente aggiunte, niente trucchi, niente polverine.
 E che hanno vinto un tot di premi con le loro combinazioni di birra organica, le lager fermentate alla temperatura delle ale (o viceversa, non ricordo), filtrate.
 E che hanno chef di ristoranti che usano la loro birra come ingrediente (Scopro sul loro blog il biramisu, tiramisù alla birra)
 Che son piccoli, che le piccole birrerie una volta erano ovunque e sono stati distrutti dalla grande distribuzione di birrine pastorizzate e leggere.
 Che la birra in bottiglia di vetro va bene giusto perchè il vetro è neutro sulle labbra, ma presa dal 'Keg', spillata dal fusto, è meglio.
 Non ho capito bene la cosa delle serate musicali, della gente che viene a fare il volontario ed è pagata in birra, e un sacco di altre cose.
 Ma il tizio della serata musicale ha cominciato a cantare country, e siam scappati...

 Quello che credo di aver capito giusto è che la birra, quella vera, è viva. Quella che ti vendono le grosse ditte è pastorizzata: quindi bevi cadaveri di lieviti assassinati.
 Sto guardando la bionda del bar con occhi diversi.

7 commenti:

  1. Sono anni che non bevo birra, stasera devo rimediare.
    Scura e alla spina, ordinerò: è tutto quel che so riguardo al tipo che mi piace di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che io abbia le idee più chiare: quando poi ti mollano una lista di 340 birre, la cameriera americana paasa tre volte a chiedere se va tutto bene e se abbiamo scelto qualcosa...

      Elimina
    2. Però c'era l'aiutino con i simboletti:
      forte
      leggera
      agrumata
      superstrong
      ecc ecc ecc

      Elimina
    3. Qui c'è la lista in pdf con tutti i simboletti.
      NOn ho visto però la pagina con le 'traduzioni' dei soimboli.

      E, vogliamo parlare del 'Beer tour'? che se fai la tessera e in un anno bevi 50, 100, 200 o 300 birre diverse, vinci premi e magliette - e dai 200 uno sconto per le 100 che ti mancano.

      Elimina
  2. Per il beer tour ci starei, mi piace la birra buona e mi piace degustarla.
    Per la lista faccio umilmente notare che manca la Westvleteren tappo giallo. L'unica birra che vorrei ardentemente assaggiare ma non riesco ad andare in Belgio a rimediarla.

    RispondiElimina
  3. Chiavi di ricerca, ottobre 2012
    Cacca cigni

    RispondiElimina
  4. Chiavi di ricerca Novembre 2012
    Cacca dei cigni
    Cacca di uccelli

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...