domenica 10 giugno 2012

Globalizzazione e mucche subaquee (Splinder vintage)

Trovata in rete anni fà
 Post amarcord dal fu blog splinder.

 Oggi, di nuovo in pianura, su e giù per ambulatori.
 Gruppotto multietnico in sala d'aspetto: dalla ottantenne rané stretta, all'ucraina con una che la dovrebbe accompagnare ma era lì lì per svenire ogni volta che sentiva di siringhe o operazioni (e quando devi salvare anche le accompagnatrici...)
 Il napoletano stava spiegando alla marocchina come era il Marocco: che era stato al mare qui, che era stato al mare la, che era stato al mare a Marrakech.
 Il mare a Marrakech?!?

 No, è che, sai, la cultura locale, usi e costumi, fare cose, vedere gente. Un po' come a Sharm-el-Sheik.
 "Mi piacerebbe andare a Sharm"- risponde la marocchina - "Ma mio marito ha il padre che abita sul mare vicino Rabat e dobbiamo andare sempre là. Che noia..."
 I suoceri son suoceri ovunque, in 'sto piccolo pianeta. E Sharm è Sharm...



 Mangio in centro: noto sul corso che il paesone sta cambiando.
Appaiono qui e là donne giovani, alte, ben vestite, che fluttuano senza sforzo su tacchi alti, le gonne al ginocchio rigorosamente mollimolli, ad orlo sbilenco, occhialoni a mosca: alcune incedono sicure sotto i portici, altre chiacchierano flautate con telefoni hightech.
 Belle, sicure, naturali. Nonostante tacchi e i ciottoli di piazza Ikea(*) non combinino.
Capelli al vento - lunghi, sapientemente (s)pettinati da un hair stylist che non è la solita prucché che ha cambiato insegna, o il Cuafér delle sciure di una volta.
 Qualche tailleur sciancratissimo misto lino-e-seta, altre in sbracciato.
 Uscite paroparo dalle pagine di un rotocalco femminile: lo stereotipo globalizzato della donna di mondo.

 Ah, ciumbia, che novità, direte.
Bhe, quando andavo a scuola lì, nel secolo scorso, il paesone era ancora popolato di contadini che sembravano usciti dal Ruzante.
 E c'era in giro giusto qualche goffa parodia delle immagini di rotocalco.
 Grezze contadine travestite con abiti strapagati e mal portati.
 Non avevano i telefonini, se no avrebbero gridato come aquile come molte fanno tuttora, quelle non globalizzate che resistono: e intanto che crìu arrancano su tacchi, ingobbite in vestiti comprate nella butìc e pagare lei-non-sa-quanto.signora-mia.

 Ma, appunto, è cambiato il sangue, si spera. C'è di meglio in arrivo.

 Discorso sessista? Sarà. Ma visto che il locale uomo era, è tuttora, e rimarrà temo a lungo il villano che era un secolo fa, che vocia in rané e si veste come se fosse caduto in una betoniera, speriamo nell'altra metà del cielo in tacchi alti.

 E, ah, già: ho ordinato carpaccio di pesce al pepe rosa - Evoluzione anche nei menù, dal secolo scorso: Probabilmente perché una che fluttua leggera sui tacchi non ordina panissa.
 Peccato che, ordinato pesce e pepe,  mi han portato mucca e grana.
Magari una mucca che prendeva lezioni da sub prima di partire per Sharm, ma irrimediabilmente mucca.

(*) La Piazza centrale fu restaurata dieci o quindici anni fa, togliendo l'asfalto e ripristinando l'acciottolato.
 I sassi erano così aguzzi che la gente la ribattezzò Piazza Nocciolato, o Mandorlato.
 L'allora amministrazione fece mettere attorno passerelle prefabbricate di legno tropicale, resistente all'acqua ed alla nebbia, completamente non intonate alla piazza: e la gente la ribattezzò piazza Ikea.




Dalle8alle5, 03 Maggio 2010 - 09:20, scrive: Questa cosa della mucca subacquea mi perseguiterà per tutto il giorno: non riesco a smettere di immaginare vacche munite di bombole che vagano per barriere coralline, agitando la coda e mollando torte marron...
dalle8alle5

7 commenti:

  1. Mucca sub al pepe rosa? Ma dove sei andato a mangiare? In un ristorante giapponese e hai cercato di leggere il menù in lingua? Perchè a me ste cose riescono solo all'estero quando cerco di parlare in Inglese :-p
    Il marciapiede modello Ikea è bellissima come definizione.
    Elisa

    RispondiElimina
  2. No, il cameriere e tutta la pizzeria-ristorante erano napoletanio veraci.
    Solo che nel scrivere la comanda, il meitrè de table ha evidentemente segnato solo 'crpc', il codice fiscale di carpaccio.

    Dimentico del fatto che il menù riportava sia il carpaccio di carne che il carpaccio di pesce e la differenza andava specificata.
    Avendo solo il codice fiscale di Carpaccio, han tentato il colpo e per la legge di murphy han scelto quella sbagliata.

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. ImpiegataSclerata13 agosto 2012 20:06

      Han letto il tuo blog.

      Elimina
  4. Chiavi di ricerca giugno 2012
    Subacquea vintage

    RispondiElimina
  5. Chiavi di ricerca, ottobre 2012
    Mucche globalizzazione

    RispondiElimina
  6. Chiavi di ricerca, febbraio 2013:
    Mucca sub, 2

    Chiavi di ricerca, aprile 2013:
    mucche sub

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...