venerdì 6 aprile 2012

Sturm Und Drang: Harrison Und Ghedini?

Sturm And Drang: Tempi Che Cambiano
Sturm Und Drang - tempi che cambiano è sempre il fumetto di Fulvio Gatti e Patrizio Evangelisti, edito da Pavesio della  parte I , parte II, parte III, parte IV e reprise vari.

  Che una settimana fa, ormai, c'è stata la fatidica presentazione a Genova,  con alcuni personaggi interessanti.
 Uno di questi non ho ancora ben deciso se chiamarla Catwoman o La Gatta Con Gli Stivali - pare interessante: un po' graffia un po' fa le fusa (e te ti ritrovi con la testa un po' storta e l'occhietto lucido a pensare 'How sentimental'). Speriamo di riparlarne, prima o poi.

 Il personaggio Sergio Badino un nome ce l'ha, ed un ruolo: il guastafeste.

 Che il sobrio Gatti con la volpe Vietti e consimili personaggi che conosce, poteva strabordare - a testimonianza della succitata Gatta Con Gli Stivali, ha abbondantemente strabordato alla presentazione a Mantova, per dire.
 Ecco che serve un 'esterno' che non si sa che canovaccio segue, uno che ne sa a pacchi (chiedere ai signori Disney e Bonelli) per tenere il Gatti sul pezzo -'nzomma, quasi.

 Son venute fuori cose mica male: tipo il 'presente alternativo' - che tanto alternativo non è, dato che in alcune cose sembra che al protagonista (Eric Sturm) applichino l'articolo diciotto.
 E altro, tipo che il cattivo ('c'è del buono in lui', chiosava Badino - come fai a non amare uno che ha le citazioni così pronte?), insomma il cattivone tycoon potrebbe sembrare un po' Steve Jobs, ma che in realtà è un mix tra il lato oscuro di George Harrison e Nicolò Ghedini.
 Ammettiamolo, non è un mix banale, un ex-beatles e l'avvocato dell'Innominabile ('Voldemort', ri-chiosava sempre Badino - o Gatti?)
 Anche se si scivola sul fatto che non Harrison, ma Clapton is god - scritta citata sulla copertina. (Si stava parlando di strabordamenti, giusto?)

 Insomma, sono uscite un po' di cosette. Chevvisietepersi...


 Se il mago del preavviso ne fa un'altra e me lo dice per tempo (tipo, non quattro ore prima) magari evitiamo di perderci per i dintorni di Alessandria (Che la tangenziale di Milano, passi, ma perdersi a Castelceriolo...)

2 commenti:

  1. 21 aprile Alessandria, libreria Mondadori! Stregone del preavviso, ormai :D

    RispondiElimina
  2. A saperlo quindici giorni prima non c'è gusto.

    E stavolta non c'è neanche da perdersi tra i caselli di Alessandria.

    Guardo come sono messo in agenda...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...