domenica 22 gennaio 2012

La Differenziata Differente: parte IX

I Bidoni Escrescenziali sono quasi
come questi bidoni condominiali
 Previously on ' La (raccolta) differenziata differente': la città nel terrore (parte I), Parla l'esperto (parte II), Accadde il giorno (parte III), Educhescional ciannel (parte IV), La ragazza al piano di sotto (parte V), Tutto cambia perché nulla cambi (parte VI), Masquerade (parte VII), Il calendario Maya (parte VIII).

Non ha l'entrata come un condominio, non ha il cortile come un condominio, non ha le scale come un condominio, non ha la struttura di un condominio, non sembra un condominio, ma è un condominio. O almeno facciamo finta che.
 Questa la conclusione di una settimana di telefonate con l'Ingegnere, per Casa Frankenstain.



 Al che, seconda mandata: ma i bidoni escrescenziali, quando arrivano?  Che a stare lì ad aspettarli, il Papà non ha tempo. Deve andare. Deve fare. Vuole sapere il minuto secondo esatto. Questo dicono 'bah, giovedì. O venerdì'. Papà sbuffa, si aggira come un lupo, confabula con gli altri 'esperti' del bar.

 I bidoni escrescenziali compaiono, non so chi abbia firmato e non ho indagato.

 Fase tre: the posizio. Mio Papà sapeva, perché sapeva: i bidoni andavano inderogabilmente, fortissimamente, indiscutibilmente e senza dubbio alcuno 'Lì'.
 Dettaglio: 'Lì' è terreno del Vicino. Il Vicino abbozzerebbe, la moglie del Vicino dice 'altolà'. Papà rabbuiato che il Destino crudele gli sabota i piani strategici e lo sbocco al mare.
 Sti bidoni rotolano all'impazzata: c'è sempre uno scalino, una rientranza troppo stretta, un posteggio indispensabile, una cantina a cui accedere, un piano inclinato.
 Dimenticavo: chi è che sposta i bidoni su e giù? Io, ça va sans dire.

 E, già che sono lì, ci sono i cestini per l'organico: quelli forati 'dar tenere sotto al lavello', lo hanno ripetuto come un mantra a ogni riunione, ad ogni consegna, su ogni depliant. In teoria pigli dal cestino e ogni giorno butti nel secchio marrone.
 Il volgo unanime brontola che è solo una rottura di scatole, ma ogni cesto ha dentro il rotolo di sacchi per plastica, il rotolo di sacchi biodegradabili per organico, la scheda dei giorni e tutto l'armamentario 'individuale' per ogni famiglia/appartamento, anche in un condominio.
 O in una escrescenza edilizia, nel nostro caso.

 Papà ha imboscato i cestini e li ha ammucchiati in officina: meglio che li distribuisca all'inquiliname.

 Vado, suono. Il cestino ce l'hanno già. Ohibò. L'altro sopra, ce l'ha anche lui. Altri cestini sono abbandonati davanti a porte e terrazzini dell'intera Casa Frankenstain. Insomma, abbiamo il doppio di cestini/rotoli/schede per tutto il casamento.
 E so anche il perché: privata dall'imboscamento parerno del dovuto, la moglie del Caramba ha mandato la volante a bloccare il furgone e pretendere armata manu la sua spettanza di sacchetti.

 I cestini doppi finiscono a far compagnia al secchio organico ramingo. La scorta di sacchi la dividiamo con la Nonna sperando la pianti di chiedere 'Eh, ma quando finiscono, cosa facciamo?'
 Non la pianta, ma lo chiede meno spesso. Tutto aiuta.

 Che il giorno dell'apocalisse, l'inizio della raccolta Differenziata, si avvicina.

10 commenti:

  1. ImpiegataSclerata22 gennaio 2012 09:44

    Maremma...

    RispondiElimina
  2. ImpiegataSclerata22 gennaio 2012 09:46

    P.S.
    Perchè non dici a papy che hai un mal di schiena fulminante e non fai spostare a lui i bidoni? Così viene davvero mal di schiana a lui e forse forse capisce?

    Come non detto, le parole genitore e capire sono incompatibili in certi casi.

    RispondiElimina
  3. Udio! Ho lavorato per un breve periodo alla consegna dei kit per la raccolta differenziata (nome gentile che sostituisce "bidone").
    Alla fatidica domanda "Cosa si fa quando finiscono?" l'omaccione della ditta stava in fianco a noi e come un disco rotto ripeteva: "Sul calendario trova il numero di telefono dell'ecosportello in comune, chieda a loro".
    Ad un certo punto dopo il millesimo utente si è aggiornato "Calendario, ecosportello"
    Assurdo! Di notte mi sognavo i bidoni che mi inseguivano...

    RispondiElimina
  4. grazie per il link e per il seguito (che, voglio dire, aumento del 50% in una botta sola, da 1 a 2 follower...)

    RispondiElimina
  5. Questo è niente, vedrai quando si dovrà "differenziare" roba mista, tipo i sacchetti di carta con la finestrella di cellophane o le bottiglie di vetro con tappo a vite di metallo.

    P.S. i cestini forati per l'umido sono stati distribuiti anche qui.
    Sono una cazzata micidiale, o cambi il sacchetto tutti i giorni o ti ritrovi pozzanghere puzzolenti sotto.

    RispondiElimina
  6. Infatti, i cestini stanno allegramente in garage, tutti assieme appassionatamente al cesto marrone.
    E qui abbiamo da tempo un secchiellino della pasta lavamani sul balcone, pronto da svuotare nella compostiera.

    E, si, in effetti ho anch'io il dubbio che qui si butti via ancora un po' misto, tipo la bottiglia di vetro dell'olio solo sgocciolata, con l'etichetta di carta, il regolatore di plastica ed il tappo metallico.
    E i sacchetti del pane con la "finestra" di plastica (la posta, quelle no: togliere i nomi e le finestrelle prima di stracciarle e mescolarle alla carta)

    Vabbè, dato che a tre mesi dall'inizio ho ancora cose da dire per fare altre quattro puntste almeno, la dice lunga...

    RispondiElimina
  7. A proposito di carta, di buste e di finestrelle:
    Gli scontrini sono indifferenziata, non carta.
    Caspita, me li appallottolo in tasca e li porto fino a casa per buttarli nel bidone della carta, da anni...

    RispondiElimina
  8. ahahahahaha!!

    Non puoi capire quanto ti capisca!!

    Qui pure sono diventati "malati" per la differenziata - che si fa da anni, eh - e ci hanno dato nuove regole, nuovi bidoni e tanta tanta...cattiveria! Ossia, multe..

    Per non parlare del gioco "sposta il bidone" tra me medesimo e il condominio a fianco.

    Roba che se non aggiorno il blog mio da mesi un po' è pure per colpa di sta stramaledetta patumiera e dell'esaurimento nervoso ad esso collegato...

    Te la racconterò, te la racconterò...promesso!

    Ora devo anche leggermi un po' di arretrati!

    RispondiElimina
  9. ecco, bravo rimettiti in apri e poi condividi le tue esperienze.
    Fondiamo il 'gruppo differrenzisti anonimi': salve, sono Locomotiva e butto gli scontrini nella carta...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...