lunedì 3 ottobre 2011

Colpa del treno, parte IV

 Previously, on Colpa del treno: l'incidente (parte I),  Notte al Pronto Soccorso con Zio (parte II), Terrorismo assicurativo (parte III).

 Demolita la macchina e il morale dell'assicuratore, prossima tappa dal Dottore della Mutua per la ricetta delle medicine: che magari quella lì che non sa che cosa è la prende, ma magari la prende solo metà, magari solo un giorno si e uno no, però meglio farsela prescrivere, oggi subito adesso - però senza l'esenzione dal ticket, che me l'han chiesto.

 E qui, parentesi: han rivoluzionato i ticket, qui in Piemonte - Non autocertifichi più l'esenzione firmando ogni volta un foglio, devi già avere un foglio con su scritto che sei esente. Foglio che vai in un ufficio, autocertifichi e te lo danno: con su scritto 'Ha l'esenzione categoria E01/02/03....'.
 Chiunque abbia sopra i 65 anni ha automaticamente l'esenzione categoria E01. Chiunque.
 Però il medico deve vedere che hai quel foglio o non può firmare l'esenzione. E aggiungerlo dopo è un reato.
 Mia Nonna il foglio lo ha ricevuto mesi fa, è venuta su a fare sciammane: non glielo vuol far vedere al dottore - Perché cosa gli interessa a quello lì, tanto lo sa già, e cosa gli interessa, lasciamo tutto come prima. Nel caso dell'ortopedico, non lo aveva dietro.
 Quindi usciti dall'Ortopedico nella parte III, siamo passati dal CUP a prenotare la prossima visita con l'impegnativa interna SENZA esenzione, e la tizia nell'ufficio ci ha rimbalzati: il computer diceva che la Nonna ha l'esenzione, e quindi c'era da compilare la casella dell'esenzione. E non si poteva lasciarla così perché il computer in automatico la mette esente, ma senza la firma del medico, l'impiegata non può aggiungerlo.
 Quindi siamo tornati su in ortopedia ad elemosinare una firma falsa.

 Quindi, torniamo al Dottore della Mutua: armata di tutti gli scartafacci e del foglio che lei ce l'ha ma non voleva farglielo vedere, nonché del referto dell'ortopedico con le medicine da prendere, visto che il Dottore della Mutua apre alle quattro (forse quattro e mezza) in piazza, bisognerebbe arrivare almeno per le tre, quindi partire da qui alle due e mezza per fare il chilometro scarso da qui alla piazza. Alle due e venti è qui che bussa alla porta, che metti mai arrivi in ritardo all'apertura delle quattro e mezza.
 Piano stretttegggico: appena ha finito, mi telefona col telefonino e vado a riprenderla.

 Vado, la mollo la davanti, aspetto che attraversi il cortile del palazzo, lei a metà torna indietro per dirmi di andare pure. Vado. Convinto di avere due ore buche, niente lavori clandestini che dovevo finire mentre i miei erano via: dovevo essere pulito per recuperarla.
 Faccio due cose e vado a fare la spesa, allora. Per me ed il Fratello, che alla Nonna ho chiesto e non aveva bisogno di niente (tenetelo a mente: non ha bisogno di fare spesa).
 Arrivo al supermercato, e trovo la Nonna che vaga verso casa. Il Dottore della Mutua è in ferie, l'ha letto dopo che mi ha mandato via, ha fatto casino col telefonino quindi non ha potuto chiamare, è andata dal tabaccaio, ha comprato una tessera telefonica ed ha cercato una Gabina, ma non è riuscito ad usare la tessera telefonica perché il telefono della Gabina gli diceva di premere uno premere due premere OK, e che però ha già staccato l'angolo e quindi il tabaccaio non gliela prende indietro. Quindi tornava a casa a piedi tutta bollata e blu in faccia col collare.

 La riporto a casa, controllo il telefonino e sembra sia a posto, mi riappare un'ora dopo che ha provato ancora ed ha chiamato mio Zio ma ha messo giù e lo Zio l'ha richiamata - e come fa a sapere che ero stato io a chiamare se avevo messo giù? Vede il mio numero? Si Nonna. Ma se lo cancello dal telefonino? Esce il tuo nome se Lui ti ha nel suo telefonino, non nel tuo. Ma se me lo cancelli non lo chiamo più. Elimino le chiamate in entrata ed in uscita, così 'son cancellate'. Rimedio omeopatico: si convince che il problema si è risolto, e non ne parliamo più.

 C'è da andare dal Medico Della Mutua II, Il Sostituto. Che apre la mattina dopo, ma la mattina dopo no, quindi solito ciclo che apre alle cinque del pomeriggio, quindi c'è da essere li per le quattro, partiamo alle tre e dieci.
 Piccolo particolare: il Dottore della Mutua II non apre lo studio finché non c'è lui presente, che gli sono entrati dei drogati in sala d'aspetto per cercare medicine. Quindi se arrivi alle tre e dodici, resti fuori dalla porta sul marciapiede fino alle cinque. Niente panchine, niente ombra.
 Arriviamo lì alle tre e dodici e sette secondi, e ci sono già tre vecchi in fila sul marciapiede che aspettano che il dottore arrivi alle cinque. Potremmo tornare dopo, potrei posteggiare lì vicino e aspettare seduti - ma se aspettiamo seduti in macchina poi qualcuno gli ruba il posto sul marciapiede. Quindi mi dice di andare, e chiamerà.
 L'ho già sentita io, 'sta cosa.

 Torna indietro a piedi, di nuovo. É anche passata dal farmacista, che non gli ha chiesto di vedere il foglio, mentre il dottore II si anche se poi non serviva a niente e quindi poteva non farglielo vedere ma ha chiesto al dottore se lo voleva vedere e quindi questo l'ha visto e l'ha aggiunto.
.Gli leggo i foglietti d'istruzioni, decide che il miorilassante è abbastanza misterioso che lo prende, almeno oggi e domani, mentre l'antidolorifico generico non gli interessa che tanto mica gli fa male, anche se è stato un continuo dire che non dorme perché ha male. e che toglie il collare che tanto gliel'ha detto l'Ortopedico.

 E qui casca l'asino. Che...

13 commenti:

  1. Che? Che? Che? E no eh, non puoi mica lasciare il delirio troncato così!

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  2. Azz! Non vale interrompere di botto!

    RispondiElimina
  3. Stay tuned for the next episodes

    Notare episodeS, plurale.
    Prossima puntata, giovedì: 'Il Fisiatra Furioso'

    Io intanto son qui che sto scrivendo la holiday special per il ponte di Novembre - titolo provvisorio, 'lo Sbirro, il Cane e la Madama'

    RispondiElimina
  4. Sei veramente sadico sai?

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  5. Io invece propenderei per il masochismo... ;)

    Ammazza che pazienza immensa che hai

    RispondiElimina
  6. É che le scelte sono che gli sto dietro, o la elimino.
    Non è che ci siano molte alternative.

    E oggi era la giornata buona che stava per finire eliminata. E anche il Papà.
    Va giusto bene che non abbiamo un'accetta in casa.

    RispondiElimina
  7. Guarda che potremmo anche fare una colletta per comprartela eh...

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  8. Mai pensato di comprare un riproduttore musicale? Te ne vai in giro per casa con le cuffiette e fai finta di non sentirli nè vederli.

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  9. Poi finisce che mi impiglio col filo.
    E io faccio finta di non sentirli sempre, ma mi si mettono in mezzo finché non li noto e li ascolto.

    Ieri, ero lì in giardino che zappettavo, e mi si è fermata la Nonna fuori dalla cancellata, facendo la sceneggiata della vecchina dolorante.
    E io zappettavo facendo finta di niente.

    É stata li cinque minuti, aspettando il momento di farmi sapere 'casualmente' che c'erano una montagna di foglie da tirare su con l'aspirafoglie.

    E quando è tornata si è offesa che non avevo tirato la prolunga dell'aspirafoglie ma ero andato con la scopa e paletta che c'erano quindici foglie, contate.
    E dice già che domani ne cadranno altre (come se dovessi andare e tirare su le foglie quindici per volta, man mano che cadono)

    RispondiElimina
  10. Uhmmm... Una di quelle bombolette da stadio che quando schiacci suonano stile trombe del giudizio universale e quando cominciano a parlare gliele dirigi verso la faccia e tieni premuto il dito per 2 minuti buoni tutte le volte?

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  11. Oppure quando ti parlano tu cominci a parlare di tutti quegli efferati delitti dove un parente ha datto di matto e sterminato la famiglia all'improvviso in maniera estremamente cruenta (il tutto mentre guardi con estrema attenzione il filo della lama dell'accetta che ti abbiamo comprato dopo aver fatto una colletta)? Magari capiscono l'antifona e si tolgono dai piedi? No eh? Pia illusione?

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  12. troppo forte la nonnina!come osservi bene! mi piace il tuo humour...

    RispondiElimina
  13. Tua nonna mi fa pensare ai vecchietti terribili di Cocoon ^^...
    Comunque grazie per avermi rallegrato la serata

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...