sabato 21 maggio 2011

La fine del mondo

 Se ne parla già da un po', a dire il vero: Ne parlava Dalle8alle5, ho trovato io un trafiletto del NY times che criticava la MTA (cioè i trasporti di New York) per essersi fatto pagare a caro prezzo la campagna pubblicitaria dell'Apocalisse, e poi scopro tramite Paolo Attivissimo che anche la Azienda trasporti di Napoli ha fatto lo stesso (se o'bisinisse o fanno i broccolini, o facimmo pure noi).

 Insomma, l'apocalisse: persa abbastanza sottogamba, l'han già predetta e ripredetta, maffigurati...

 Però... A quanto pare ieri sera è venuto fiuori un tizio invecchiato, stanco e smunto, che ha fatto un discorso a reti unificate, cinque telegiornali nazionali su sei, e con l'occhio segnato dalle occhiaie ha previsto sciagure immonde: città in mano agli zingari, ai centri sociali, alla droga ed agli interisti; tasse, deportazioni e altre sciagure bibliche

  Citando: "Cosa intende per bibliche?" "Intende cose da Vecchio Testamento, signor Sindaco, proprio roba del tipo collera divina, fuoco e zolfo che piovono dai cieli, fiumi e oceani che bollono..." "Quarant'anni di tenebre, eruzioni, terremoti..." "Morti che escono dalle fosse..." "Sacrifici umani, cani e gatti che vivono insieme, masse isteriche..."

 Insomma, sembrava proprio uno che la fine del mondo la stesse vivendo in prima persona.
 Ha anche buttato lì qualche speranza per i dopo: meno tasse, più SUV per tutti ed in centro, spostamento di ministeri, cemento a catinelle, ricchi premi e cotjon, salami sugli alberi, champagne dai rubinétt.
 Ma l'impressione è di un disperato che si gioca le ultime cartucce che ha, tanto si pagherà dopo la fine del mondo...
 E, insomma, chi se ne frega delle regole, in casi del genere...

 Io mo' mi siedo ed aspetto: metti mai che 'sta fine del mondo arrivi. O anche la fine del mondo di quel vecchietto, non so.
 In caso, ci son sempre i Maya l'anno prossimo.

6 commenti:

  1. Se credono davvero alle fregnacce tirate fuori in extremis e al ballottagio vengono invertiti i risultati mi metto davvero a fare il tifo per i Maya!

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  2. Tra le tante cose che ha predetto Mr. Nanet ci sarebbe pure l'"incapacità di gestire l'Expo"?

    A beh, l'alternativa è lasciare al suo posto (quale visto che sembrerebbe non sappia neanche dove si tengono le sedute del consiglio comunale, da tante che ne ha frequentate) la Moratti che è pure incapace di gestire la Batcaverna abusiva del figlio...

    RispondiElimina
  3. Dico la verità, io ieri stavo guardando il finale di stagione di "Bones" e "Castle" (morti a catinelle), e quindi l'annuncio stereofonico a reti unificate l'ho solo letto sul giornale e non mi sono neanche messo a vederlo in differita...
    Che la foto con l'occhio stanco sul giornale bastava ed avanzava.

    E, no, nel mescolone in cui ha predetto qualunque cosa tranne il diluvio universale, mi mancava che avesse aggiunto questa cosa dell'Expo.
    Che in effetti, finora è stato gestito con una precisione, onesta è puntualità dalla attuale giunta che tutti i milanesi ne sono orgoglioni al massimo.
    Persino quelli del Canton Ticino si son tolti il cappello, di fronte a tanta teutonica efficienza.

    All'Expo mancano tre anni, giusto? Quattro?

    RispondiElimina
  4. Ottobre/maggio 2015.

    RispondiElimina
  5. Correzione: 1° maggio/31 ottobre 2015

    RispondiElimina
  6. Iiii, c'è teeeeempo!

    Tanto, checcevò?
    Il modellino del grattacielo occhiuto l'abbiamo, basta decidere dove farlo, no?
    Ah, eh, già, e comprare il terreno.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...