giovedì 3 febbraio 2011

La crisi avanza - Pigliamoce nu' cafè

  Orrore e scalpore: hanno aumentato il caffè ad un euro, in tutti i bar della città.
  I vecchietti non si danno pace. Dieci centesimi in più sono duecento lire...
  Sono sconvolti, profondamente sconvolti.
 Non lo dicono al bar, come sarebbe normale. Commentano appena escono, alle spalle del barista.

  Ne ho trovati una quantità, con l'occhio perso nel vuoto a pensare a quei dieci centesimi volati via, a quella moneta da un euro per avere lo scontrino e niente resto. Fuori da tutti il bar del viale.
  Sospiri, mugugni, spalle alzate "eh, la crisi", "ah la crisi", "eh. ma per quello che costa farlo, 'sto caffè".
  Avevano assorbito la botta peggio di quel periodo in cui in tanti bar avevano sostituito il bianchino da due soldi col calice di vino in bottiglia a due euro e fuffa.

  Anche li mio bar ha fatto lo scatto: e due euro e trenta per cappuccio e brioche comincia a diventare un lusso.
  Vabbè, è il bar più caro perché ha le brioche di pasticceria e non quelle di plastica che hanno tutti.
 Ha anche una miscela di caffè decente, non la polvere di cartone bruciaticcio e cacca di piccione che usano quasi tutti.
 Ed è l'unico bar di mia conoscenza che faccia il cappuccino a temperatura umana e non da ustione.
 Ma due euro e trenta sono tanti comunque.
  Eh, la Crisi. Ah, la Crisi. Si stava meglio quando si stava peggio. Una volta questa galassia era tutta campagna...

Dalle8alle5, il 3 Febbraio 2011 - 14:33, scrive:
E' successo anche in un bar qui vicino. Solo che in parecchi hanno chiesto spiegazioni al barista.
Risposta: sono calati gli incassi e le spese aumentano.
Qualcuno ha fatto due conti:
2 caffè al giorno per 22 giorni lavorativi fanno 44 euro
alla macchinetta che sta in azienda il caffè costa 0,30 e non è malaccio, il risparmio mensile è di 30 e rotti euro.
Prevedo tempi grami per il barista.

ImpiegataSclerata, il 3 Febbraio 2011 - 15:36, scrive:
Quando la crisi avanza,se uno vuole davvero risparmiare, trova il modo. Chi si lamenta ma continua ad andare al bar.... Buon pro gli faccia.

IO (Locomotiva), il 3 Febbraio 2011 - 16:16, scrivo:
 Io continuerò ad andarci come sempre.
 Cioè raramente.

Il Cartolaio Matto, il 4 Febbraio 2011 - 09:10, scrive:
Qui non si sa se sia peggio l'aumento del caffè o quello dei biglietti del pullman..in pratica ogni cliente che entra parla di quello, è l'argomento più cliccato, addirittura sopravanza le previsioni del tempo ed il bunga bunga, che ce ne vuole...

Mi associo al "continuo ad andarci
raramente"...

Silvietta/Ami79, il 4 Febbraio 2011 - 14:17, scrive:
Idem, vi andrò raramente solo che per me vale per il bar che sta in centro a Milano, dove fanno il buonissimo caffèlatte*_*, che peraltro io bevo comunque poco, a causa problemi di stomaco..

Ah, ma avete sentito che è morto John Barry l'autore delle musiche di James Bond?

IO (Locomotiva), il 4 Febbraio 2011 - 15:07, scrivo:
 Lo sappei, ahimè, lo sappei.
 Ribadisco, muoiono sempre quelli sbagliati.

 I vecchietti col caffè ad un euro, invece, reggono.
 Piangono, ma reggono.

 A quello che ho capito, c'è stata le lobby dei caffè "bene" che ha imposto l'aumento agli associati del commercio locale (e sembra sia una cosa generalizzata un po' ovunque).
 Il mio amico barista è un po' arrabbiato perché lui caffè ne fa pochi o niente: ma "un caffè" è quello che gli ordina chi viene con un gruppotto di amici e non sa cosa prendere. Un euro a botta tanto per perndere qualcosa, non è utile.
 Specie se perdi gli altri due amici del caffettaro che non entrano per prendersi una birrozza, che quella si cuba sull'incasso.

Silvietta/Ami79, il 4 Febbraio 2011 - 18:50, scrive:
I vecchietti del caffè sono come quelli che hanno dei piccoli negozietti vicino a dove ho la casa in montagna, piangono miseria ogni anno dicendo che d'inverno ci sono solo 20 clienti dato che il paesino è di 200, però sono sempre lì e hanno cose introvabili e buonissime, ve lo assicuro, provare la loro mortadella per credere...
Oh, non dico che non sia vero che non abbiano problemi, però se vanno avanti un motivo ci sarà, non credo sia solidarietà sociale...

Chi ha problemi, più grossi, per me, sono appunto quelli che abitano in posti un attimo più grandi oppure certe come il tuo amico che ha anche ragione a lamentarsi.

IO (Locomotiva), il 6 Febbraio 2011 - 21:32, scrivo:
 Sé, sé, sé vabbé, i comemrcianti piangono per principio.
 Piangevano anche nei pingui anni'80, nei grassocci anni 90, piangevano quando con l'euro il prezzo è raddoppiato nei paciosi anni 2000.

 Comunque: 'sto aumento del caffè è generalizzato e crea scompiglio.
 Ieri, pagina de La Stampa, sezione locale, titolone che hanno aumentato il caffè con intervista a baristi e clienti abituali. Sei mezze colonne.
 Sotto, piccino picciò, l'azienda trasporti provinciale aumentarà i biglietti fino al 15 percento. Due colonnine e non una riga di commento da chicchessia.

Silvietta/Ami79, il 6 Febbraio 2011 - 22:54, scrive:
Vero che i commercianti piangono per principio.
E COMPLIMENTI a La Stampa, quando si dice la par condicio: del resto il caffè al bar è più VITALE del biglietto del bus.

Mammakikki, l'8 Febbraio 2011 - 18:08, scrive:
Pensa che ci sono altri paesi, ove i vecchietti (e pure io) sacramentano alla grande... il caffè è arrivato ad 1 euro e 10,

Puoi immaginare l'espressione che vige in giro?
Frullamento di zebedei ed altro...

3 commenti:

  1. Quei signori di cui parlavo sopra ( quelli che piangono per la magra d'inverno ecc), ora oltre al bar e al negozietto alimentari, hanno aperto una pizzeria a legna, alla faccia del "rischiamo di chiudere ogni anno perché stiamo dentro a malapena con le spese"

    RispondiElimina
  2. Alla fine ci siamo arrivati, di nuovo.
    L'aumento dell'IVA è arrivato nella tazzina.

    Oggi, cappuccino e brioche al mio solito bar passati da 2.30 di ieri a 2.50 euro di oggi.
    Aumento, se ho fatto i costi giusti, dell'8,69%

    Quindi cappuccio sempre più RARAMENTE

    RispondiElimina
  3. Chiavi di ricerca marzo 2012
    E pigliamoce o caffe

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...