domenica 6 febbraio 2011

E mo' che mi guardo? (Parte III)

  Qui trovi l'originale e il reprise

  Accidenti a Libero e alla sua QoS - che sta per Qualità del Servizio.
  Qualità che prevede, da contratto, di privilegiare altri utenze rispetto al p2p.
  Dopo anni di onorato servizio a pieno regime, è da una settimana che dalle 14 alle 23 mi strozzano il cavo.
  Il resto funziona, va tutto tranne quello che mi interessa.

  Amen. In fondo è un momento che non so bene che guardare.
  Anzi, a dire il vero, sto guardando con interesse come cambiare gestore.

  Finita Galactica, elammappela quanto è lunga, finita la versione USA di Life On Mars (che era tiepidamente caruccia, niente di che)
  Perché ho scoperto  dei valentuomini che -aggratisse- si mettono lì e fanno i sottotitoli.
  Il grosso finora esce dalla subfactory.it.
 In un lampo, tanto che per dire Castle - Detective Tra le Righe esce in USA il 24 gennaio ed il 26 c'è la versione coi sottotitoli.
  Fringe, idem pronta in 24 ore.

  Un po' più duri da trovare sono i files "vecchi", io sto cercando la serie quattro e cinque di Bones e non è facile.
  La botta di sottotitoli è perché proverei a migliorare il mio inglese disastroso: dicono serva...
   E, appunto, Rick Castle e da detective Beckett parlano un ottimo inglese (per forza, Nathan Fillon e la Katic son canadesi: anzi, Stana Katic è serbo/croata, parla un tot di lingue, è un mezzosoprano, ed un donnino niente male), Ryan ed Ecsposìdo (con la x e l'accento sulla ì) brontolano come tutti gli americani, e mamma Castle ha questa voce roca e sexy molto impostata.

  In Bones, anche, parlano benino, facendo finta di capire il medical-babble - ho anche tentato qualche episodio in lingua originale tout-court senza sottotitoli, ma è un po' troppo.

  Fringe, si e no: il Doc.Bishop ha un vocione profondo, drammatico ed incomprensibile. Gli altri, abbastanza. Il fatto è che o segui tutto o poi ti perdi, quindi sottotitoli.
  Finché dura.
  Perché negli USA il canale FOX ha spostato Fringe all'Orario della Morte, il venerdì sera: il Death Slot che ha giustiziato DollHouse, The Sarah Connor Chronicle e Firefly tra le vittome più recenti, ma la lista di serie ammazzate dal cambio di orario è lunghissima. Specie sulla FOX.

  C'è che dice -cast di Fringe compreso- che lo stesso cambio di orario ha fatto benissimo a X-files e Galactica, creando un appuntamento apposta e non in contemporanea con le anteprime di altre serie di prima linea come CSI.
  La stessa FOX ci ride su, buttando fuori un promo su "Fox's Freaky Fringe Fridays".
  La prima puntata nel nuovo orario ha registrato lo stesso numero di spettatori degli episodi precedenti.
  Vedremo. Al massimo andiamo a vedere Fringe nell'universo parallelo.

  Ho ancora in pista Ashes to Ashes (mai uscito in italia) e The Shield, rigorosamente in italiano che parlano Ghetto-style stretto.
  Tengo un occhio su Lie To Me e Numb3rs in cui parlano quasi tutti con la patata in bocca: Tim Roth è gigionescamente insopportabile.

  Ma altre idee?

  'sta roba nuova che sta uscendo, Boardwalk Empire e l'ultima patologa ex-casalinga disperata, Body Of Proof?
  Di quest'ultima non c' la versione in inglese perché negli USA non è ancora uscita.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...