domenica 19 dicembre 2010

E mo' che mi guardo? (Reprise)

  A più o meno un mese dalla prima puntata sono nuovamente a caccia: finito in un lampo Dexter e Life On Mars, quattro stagioni una e due l'altro.

  ATTENZIONE: minimi spoiler da qui in poi.

  Dexter non è stato male: molto interessante il discorso interiore della masdchera, del mostrarsi agli altri.
  Ammetto, la terza stagione non è stata il massimo (Jimmy Smith appiccicoso) e la quarta ha mescolato dei buoni spunti sulla famiglia (John Litgow) con una girandola di intoppi e telefonate che sembra uscito da una soap-opera.
  Vedremo, quando arriverà, la quinta stagione: visto come è finita la quarta, non ci saranno più le girandole di scuse con la moglie per squartare il prossimo, ne i tradimenti e le baruffe che hanno mangiato parecchio spazio.
  Speriamo anche si calmi un pochino la comemdia di gente che piglia e si molla e si ripiglia - soprattutto la sorella che se ne è passati uno meglio dell'altro - quello meglio è stato scuoiato, c'è stato un serial killer, uno sparato, e ho perso il conto degli altri. E anche la Tenenta, Angel e tutti i colleghi.
  Ci manca solo che Masuka si sposi anche lui, e abbiamo fatto filotto.

  Gli sceneggiatori fanno sapere che valutano l'ipotesi di far scoprire il segreto di Dexter alla sorella. E ho paura a chiedere quale grosso attore pescheranno per fare il serial killer da cacciare stavolta - o magari mollano 'sta serialità di avere un cattivone a stagione.
  Vedremo.

  Life on Mars, sono andato a leggere le spiegazioni del finale, e non sono tanto sicuro di aver capito.
  Ho scoperto che c'è uno spin-off: Ashes to Ashes, un'altra serie BBC in cui una poliziotta legge i rapporti del Tyler del 1973 e poi "casca" nel 1981, in cui incontra il Duro Gene Hunt e si riannoda tutta una continuity con la vecchia serie.
  Unico neo: Ashes To Ashes non è uscito, in Italia. Solo in lingua originale, l'inglese di Manchester - che non è propriamente il BBC english, anzi.
  Che se capisco quello, sono a cavallo anche per il viaggio in primavera.

  E proverò a dare un occhiata anche alla versione americana di Life On Mars: non mi convince troppo, e per sbaglio ho anche letto il finale (che sembra avere più quella britannica).
  Ma chi può dirlo.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...