lunedì 31 marzo 2008

Jedi Con 2008, Dusseldorf - report

Intanto, ecco il mio myjalbum jedicon2008 , mentre per le altre foto il link è sempre quello del primo i venditoripost provvisorio.
 La fiera era proprio piccina: una sola sala di venditori, neanche tanto grande, un'enorme teatro per le presentazioni, incontri, spettacoli vari, ed alcune altre stanze per i fan, gli autografi, varie ed eventuali, il tutto  con moquette dai colori vagamente lisegici, il tutto in un enorme albergone molto chic.
Nella hall dal tetto vetrato, e nelle sale, comunque una valanga di gente: quasi tutti tedeschi, un sacco di famigliole, curiosi, gente in visita.

La Jedicon è un affare ancora tedesco, non hanno ancora una mentalità internazionale,Ian il Turco scherza con Stivie al punto che il programma e tutti i cartelli erano SOLO in tedesco, manco un foglietto di traduzione.
Eppure quest'anno la presenza internazionale c'era.
Noi della Rebel Legion (ed anche i 501mi) eravamo un po' provati da una mitragliata di eventi in fila - Cel.Europe, Parigi, Bruxelles - quindi molti non se la sono sentita di muoversi ancora.

Comunque, i pochi ma buoni erano un mix della base tedesca Yavin ospitante con Nomi-Thomas e la loro figlioletta Leia a tenere le fila, un gruppetto di reduci dellaJenny I-five vittoriosa Celebration Europe - un po' di Britannici compreso Ian il Turco (che è britanno, ma abita in Turchia), io dalla base Italiana, e i tedeschi già visti alla CE, tra cui Micheal Qui-Ran Demera che studia italiano per cantare all'opera - , una ragazza danese ed una Svedese dalla "Wampa's caveOutpost" Nordico, un paio di spagnole e la mitica I-Five, Jenny, una spilunga bionda americana come la torta di Mele.

Dal Minnensota, che per me è come Atlantide. So che esiste, ma non saprei dove trovarlo.
Avete presente la cheerleader carina che aiuta gli amici e di cui il protagonista si innamora dopo essere stato traviato dalla solita struzza in qualunque filmAve, scrocco... adolescenziale USA? Ecco, e´Jenny. Qualche anno fa, forse.

A Dusseldorf in versione Padmé arena "ripped", cioè con la tutina bianca strappata e pancia scoperta dell'episodio II. Costume formale Rebel Legion, a parte gli stivali col taccone...

A rimorchio di Jenny,  un'amica, anche lei spilunga, bionda e taccuta, un po' meno naturale e sincera ma con una catsuit di PVC travestita da pseudo-pilota TIE. Costume non "canonico": ma nessuno, proprio nessuno, si è lamentato.
Anche i 501mi avevano i loro personaggi: l'inglese che vive in Giappone e parla spagnolo con gli italiani (e Amedeo gli spiega il senso della vita in Vicentino - non aveteREvan redento idea), ho captato un paio di polacchi.

Ma i migliori erano gli Imperiali Germanici padroni di casa: sono tra i pochi che sono abbastanza seri da prendersi in giro da soli. Non s'è mai vista una garrison che abbia tra le proprie fila un Bunny-Trooper, due HappyHippoTroopers, due cyloni di Battlestar galattica, e uno della truppa di SpaceBalls.
Senza contare le feste per la giapponesina che gira per il mondo con una divisa da snowtrooper ROSA shocking.
Comunque, dato che la fiera è piccola (e la gente mormora) ci si trova e ci si conosceAnakin e Padmé Packing un po' tutti. Appunto i "vecchi" della CE, i nuovi delle altre basi, E data la familiarità si approfitta per rompere un po' le scatole anche a Steve Sansweet - che come responsabile Fandom Lucasfilm è pagato apposta dallo Zio George per farsi rompere le scatole in sua vece.
Menzione: aspetto di metterci le mani sopra: all'apertura han mostrato un filmato bellissimo: una ragazza in una stanza piena di gadget Star Wars, arriva la lettera della jedicon ed il padre le impedisce di andare.
Il padre si addormenta e viene visitato dai fantasmi dello StarWars Passato, Presente ePAdmé combat e Boushh - Io sono tua madre... Futuro. Nel futuro, s'apre la porta della stanza e ci si trova davanti un poster di Picard, e nella televisione si vede un incrociatore imperiale con le gondole di curvatura che punta su una Morte Nera cubica...
Annuncio di Sansweet che le Celebration stanno andando così bene che alla Lucasfilm pensano di farne una all'anno, in giro per il mondo.

Mo vediamo la prossima dove va a cadere. Io, nel dubbio, il Giappone la salto...

Forse.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...